Home Calciomercato Salernitana, dopo Durmisi si attende Kiyine. La priorità passa alle uscite

Salernitana, dopo Durmisi si attende Kiyine. La priorità passa alle uscite

L'arrivo del danese chiude il discorso per la corsia mancina. La società proverà a piazzare diversi calciatori fin qui ai margini

332
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana è pronta ad ufficializzare Riza Durmisi. L’esterno classe ’94 è in città già da ieri sera, e sarà a breve annunciato dalla società granata come terzo innesto di questo mercato di gennaio: operazione conclusa, ovviamente, con la formula del prestito secco dalla Lazio. L’ex Betis e Nizza – che non gioca una gara ufficiale dal 7 marzo scorso – sarà con ogni probabilità all’Arechi domani pomeriggio, per assistere al match dei suoi nuovi compagni contro il Pescara. Da Roma, nel frattempo, si attendono novità sul fronte Kiyine: il marocchino ha da tempo manifestato – in forma anche piuttosto esplicita – la sua volontà di tornare a Salerno, ma ad oggi si continua a temporeggiare. Ad ogni modo c’è comunque ottimismo circa le possibilità di una fumata bianca, visto e considerato che l’ex Chievo non ha al momento offerte in massima serie e che, soprattutto, Lotito non vorrebbe cederlo in prestito ad una concorrente della Salernitana in cadetteria.

In entrata, l’arrivo di Durmisi chiude ogni discorso relativo alla fascia sinistra: contando anche Lopez e Sy, la Salernitana passa in breve tempo da uno a tre laterali mancini in rosa. A centrocampo il club di via Allende non sembra al momento intenzionato ad operare, considerando il possibile arrivo di Kiyine e il passaggio di Crociata all’Empoli. In avanti, la Salernitana sembra aver raffreddato il proprio interesse per Carretta: l’ex Cremonese è stato sondato dal Chievo, e comunque il Cosenza sarebbe disposto a cedere soltanto sulla base di un eventuale scambio che coinvolga uno tra Cicerelli e Casasola. I due, però, sembrano al momento destinati a restare in granata.

Nei prossimi giorni, dunque, la società sarà chiamata a sfoltire il più possibile l’organico: alla Lazio farà certamente ritorno Karo, mentre un percorso analogo potrebbero compierlo anche Dziczek e Gondo. Quest’ultimo piace a diversi club cadetti, e soprattutto risulta più facile da piazzare rispetto a Giannetti per liberare un posto nella lista dei 18 over. La società attende eventuali offerte per Veseli (sondato dal Pescara), mentre l’Hajduk Spalato ha manifestato il proprio interesse per Bogdan, che però ha disputato un discreto girone d’andata nonostante un minutaggio esiguo. Verso l’ipotesi di un ritorno a Roma Antonucci, utilizzato col contagocce: sul giovane di proprietà giallorossa nei giorni scorsi ha chiesto informazioni la Reggina. Guerrieri ha diversi estimatori in Serie C (Juve Stabia in pole), mentre la società rischia di non trovare una soluzione per piazzare Micai, solidamente legato al suo oneroso contratto in scadenza nel 2023. Da valutare anche Lombardi, che in caso di uno stop eccessivamente lungo potrebbe essere rispedito a Roma e liberare una casella tra gli over a disposizione di Castori.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.