Home News Salernitana, rimpianti e rabbia. Con la SPAL è 0-0

Salernitana, rimpianti e rabbia. Con la SPAL è 0-0

252
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Termina 0-0 lo scontro diretto della 26/a giornata di Serie B 2020/2021 tra Salernitana e SPAL. Granata con due rimpianti: il rigore sbagliato di Di Tacchio e l’altra massima punizione non decretata da Irrati per fallo di mano di Sernicola su Gondo.

Turno infrasettimanale di Serie B, 26/a giornata del campionato cadetto edizione 2020/2021. La Salernitana ospita la SPAL all’Arechi per una sfida dove sono in palio punti pesanti per l’alta classifica. I primi minuti sono condizionati da questo fattore e le emozioni stentano a decollare. Il primo sussulto, infatti, avviene solo al 17′ ed è di marca granata. Cross di Jaroszynski, sponda aerea di Coulibaly e girata di Aya (portatosi in area avversaria a causa di un precedente calcio d’angolo) che sorvola non di molto la porta difesa da Berisha.

La partita da lì in avanti è intensa agonisticamente parlando, ma assolutamente priva di qualunque iniziativa pericolosa degna di tale appellativo. Questo fino al 44′, quando si fa vedere la SPAL. Al termine di un’azione confusa e con alcuni interventi irregolari non sanzionati dall’arbitro Irrati (un fuorigioco di Asencio e un fallo di mani di Segre), lo stesso Asencio conclude ma Adamonis si fa trovare pronto. Sessanta secondi dopo, Gyomber buca un intervento in area. Si inserisce Sala che serve per Paloschi, ma la punta ex Milan, appostata sottoporta viene stoppata dallo stesso Gyomber che così rimedia all’errore precedente. Si va così negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

La ripresa inizia sulla stessa falsa riga dei primi 45 minuti, vale a dire tanta intensità e poche iniziative offensive. Al 56′, ci prova la SPAL. Rasoterra di Valoti dall’interno dell’area di rigore con deviazione di Veseli che mette il pallone in calcio d’angolo evitando grattacapi ad Adamonis. Cinque minuti, la risposta della Salernitana. Sugli sviluppi di una rimessa, Coulibaly si inserisce ottimamente ma ciabatta la conclusione a pochi passi da Berisha, anche a causa dell’opposizione della difesa spallina.

Al 72′, triplo cambio per la Salernitana con Durmisi, Gondo e Anderson che rilevano rispettivamente Jaroszynski, Djuric e Coulibaly. Centoventi secondi dopo, SPAL vicinissima al vantaggio. Cross di Sernicola, colpo di testa di Segre e strepitoso intervento di Adamonis che devia in calcio d’angolo.

All’88’, la possibile svolta. Gondo premia l’inserimento di Anderson che si presenta a tu per tu con Berisha. Il portiere albanese lo stende ed è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Di Tacchio, che però calcia malamente, con il pallone che prende la parte alta della traversa per poi schizzare fuori.

Cinque minuti di recupero e al 94′, mani netto di Sernicola in area di rigore su palleggio di Gondo ma Irrati questa volta non fischia la massima punizione. Finisce così 0-0 Salernitana-SPAL.

SALERNITANA-SPAL 0-0 (0-0)

SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Aya, Gyombér, Veseli; Casasola, Coulibaly (72′ Anderson), Di Tacchio, Kiyine (46′ Capezzi), Jaroszynski (72′ Durmisi); Tutino (86′ Cicerelli), Djuric (72′ Gondo). A disp: Micai, Mantovani, Sy, Schiavone, Kristoffersen, Kupisz, Bogdan, All: Castori
SPAL (3-5-2): Berisha; Okoli, Vicari, Ranieri (91′ Tomovic); Sernicola, Segre, Esposito, Valoti (86′ Murgia), Sala (82′ Dickmann); Asencio, Paloschi (86′ Di Francesco). A disp: Gomis, Thiam, Spaltro, Tumminello, Moro. All: Marino

Arbitro: Irrati di Pistoia

Note – Ammoniti: Kiyine (SA), Berisha (SP)

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.