Home Calciomercato Salernitana, piace Depaoli per la fascia destra. In avanti spunta Matos

Salernitana, piace Depaoli per la fascia destra. In avanti spunta Matos

Il brasiliano dell'Udinese ha già lavorato con Castori a Carpi. Centrocampo: Obi in pole, piace Nikolov

2035
0
Fabio Depaoli (foto: Transfermarkt.it)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo Zortea e Jaroszynski, la Salernitana potrebbe consegnare a Castori gli altri due rinforzi per le fasce laterali. A sinistra si attende l’arrivo in prestito di Ruggeri dall’Atalanta, mentre a destra il club granata monitora Fabio Depaoli, esterno classe ’97 della Sampdoria, reduce dall’ultima stagione giocata al Benevento.

Per la difesa restano caldi i nomi di Ranieri della Fiorentina, Gagliolo del Parma e Struna del Montreal, così come Letizia. In attacco invece la Salernitana sarebbe pronta ad un tentativo per Ryder Matos: il ventottenne brasiliano di proprietà dell’Udinese, reduce dal prestito all’Empoli, è un profilo che potrebbe fare al caso di una neopromossa, avendo già collezionato esperienze in Serie A. L’attaccante, peraltro, ha già lavorato con mister Castori in quel di Carpi.

Sul fronte offensivo continua l’interesse per Cerri, così come per Bonazzoli: l’attaccante potrebbe lasciare la Sampdoria, ed è un nome che piace alla Salernitana al pari di altre punte doriane come Caprari, La Gumina e Torregrossa. Tutino è sempre più vicino al Parma, mentre Simy e Pinamonti restano per il momento difficili da raggiungere.

In mediana ancora passi avanti per Obi, che arriverà a Salerno a parametro zero. Sul taccuino anche Ndoj del Brescia e Boban Nikolov, centrocampista svincolatosi dal Lecce e reduce dall’Europeo disputato con la Macedonia. In uscita è quasi fatta per Kupisz al Pordenone, mentre l’Alessandria resta vigile su Mantovani e Orlando. Si continua a temporeggiare per la cessione di Fella al Palermo: il calciatore passerà in rosanero, ma attualmente resta a disposizione di Castori in quel di Cascia vista la mancanza di alternative nel reparto offensivo della Salernitana.

Articolo precedenteGenerazione Donato Vestuti, il comunicato: appello ai trustee, al Comune e alla FIGC
Articolo successivoIntelligenza tattica e discreta aggressività, alla scoperta di Joel Obi
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.