Home Editoriale Beppe Sala sceglie Di Tacchio

Beppe Sala sceglie Di Tacchio

Il fantacalcio del primo cittadino di Milano presenta una pedina tutta granata

884
0
Tempo di lettura: 2 minuti
Beppe Sala – sindaco di Milano

Beppe Sala – sindaco di Milano – non si sottrae al Fantacalcio. Il primo cittadino di Milano, in veste di fantallenatore, sceglie di arricchire il centrocampo della sua squadra con un tocco granata: Ciccio Di Tacchio.

Sala – Il capo dell’amministrazione comunale – è attivo sui Social Network, sulla propria pagina personale Instagram – ieri sera – ha condiviso un post presentando la lista dei calciatori scelti per affrontare il fantacampionato 2021/2022. Con simpatia ha chiesto al popolo social consigli per l’acquisto dei potenziali calciatori che saranno protagonisti della sua fantastagione calcistica.

Gli appassionati della Salernitana non hanno potuto fare a meno di notare e mettere in evidenza il nome del capitano granata. Il sindaco, quindi, ha voluto riporre fiducia, anche, nel trentunenne che veste la casacca del cavalluccio marino.

Ormai, davvero pochi appassionati riescono a fare a meno di questo suggestivo e magico fenomeno di massa.

Il Fantacalcio risulta essere un’evasione, una serata dedicata a se stessi, intrisa di spensieratezza. È un tuffo nel passato, un ritrovo tra amici. Chiacchiere, buon vino, birra fresca, un’occasione ludica, insomma, per accantonare le pesantezze quotidiane ed alleggerire – per qualche ora – il peso delle responsabilità.

Il calcio – in tutte le sue versioni – si conferma un linguaggio universale, un gioco semplice, una parentesi che unisce chiunque: nella buona e nella cattiva sorte. Ecco perché sarebbe necessario preservarlo con il nutrimento genuino che, soprattutto, i veri tifosi sanno ancora riservargli.

Rammentiamo alcune caratteristiche del gioco: l’obiettivo del Fantacalcio è quello di guidare una fantasquadra, composta da veri calciatori delle squadre del campionato italiano, mirando alla conquista del fantascudetto.

Ogni giocatore riveste sia il ruolo di presidente, sia quello di allenatore della propria fantasquadra.

L’esito di ogni partita si basa sulle reali prestazioni degli 11 calciatori che, settimanalmente, costituiscono la fantasquadra.

Articolo precedenteTaccuino avversario – Cappelli (MondoToro.net): “Torino, bisogno disperato di punti. Da Juric ora risposte sul campo. Salernitana, Ribéry bella “scommessa””.
Articolo successivoL’Osservatorio stoppa la vendita dei biglietti per le gare con Atalanta e Verona. Rischi per l’ordine pubblico.
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!