Home Breaking news Le parole di Nicola alla vigilia della gara di Empoli: “Ad Empoli...

Le parole di Nicola alla vigilia della gara di Empoli: “Ad Empoli per esprimere noi stessi”

Il trainer presenta l'impegno al Castellani: <>

571
0
Tempo di lettura: 2 minuti

<<Ad Empoli con voglia di giocare e di esprimere noi stessi>>, Davide Nicola presenta così la delicata trasferta di Empoli. Al Castellani (domani ore 15), i granata andranno a caccia di un nuovo risultato utile per avvicinare sempre più l’obiettivo salvezza che sembra essere sempre di più di concreta realizzazione. Dinanzi a sé, però, l’ippocampo avrà un Empoli che- per quanto salvo e senza più nulla per cui lottare- già venerdì scorso a San Siro si è mostrato come poco “incline” a sottovalutare i propri impegni. Così, a poco più di ventiquattro ore dal match contro gli Azzurri, Nicola ha incontrato via Zoom la stampa per la consueta conferenza stampa pre partita. <<Domani- ha detto il trainer del cavalluccio marino- saranno fondamentali tutti gli elementi che abbiamo interpretato in questi mesi. Nel corso di questa settimana ci siamo allenati con la voglia di giocare e scoprire cosa possiamo ottenere questa partita, ci sono ancora 180’ da giocare ma noi, come consuetudine, pensiamo solo al prossimo impegno che sarà sempre il più importante. La gestione della partita sarà volta ad esprimere noi stessi, affronteremo un avversario di valore con un allenatore che stimo molto. Vedo i ragazzi motivati e vogliosi e devo dire che tutto ciò mi è piaciuto. A loro non chiedo nulla se non quello che solitamente faccio. Sono intransigente sull’aspetto dell’allenamento e per questo la il gruppo mi piace perché sono come me in tal senso, vogliono migliorarsi costantemente. Noi siamo padroni delle nostre azioni e sono maniacale nel chiedere loro di continuare ad avere certi atteggiamenti perché questo è fondamentale>>. <<La sfida contro il Cagliari? Non ho rammarico. Non era un match facile- ha poi continuato Nicola-, come non lo saranno i prossimi o erano i precedenti. Non ho dubbi su chi schierare, ho delle idee. In settimana facciamo prove per valutare varie dinamiche. Alla fine chi gioca con continuità è perché si è raggiunto un certo equilibrio ed ha caratteristiche specifiche, contro l’Empoli è un tipo di partita che dobbiamo costruire con chi c’è dall’inizio e subentra. Verdi o Bonazzoli? Chissà se non insieme. Per quanto riguarda l’assenza di Bohinen, chi lo sostituirà avrà differenti caratteristiche rispetto ad Emil. Se giocherà Lassana in quella posizione, adatteremo il gioco alle sue qualità>>. Nicola ha quindi concluso la conferenza esprimendosi anche sulla questione della mancanza di contemporaneità tra le gare della penultima giornata: << Mi interessa poco, io penso solo alla mia squadra. Bisogna perseverare e non creare alibi o concetti. A noi interessa domani, il resto poco conta. La pressione è un privilegio, la amo perché mi fa sentire vivo e dà valore all’obiettivo. Dai pensieri degli altri nascono pressioni negative ma io da sempre mi concentro solo su ciò che sappiamo fare. Siamo allineati con la nostra gente, il loro sostegno è per noi imprescindibile>>.

Articolo precedenteAd Empoli fischia Massa: precedenti agrodolci per la Salernitana. Di Bello al VAR
Articolo successivoL’appello della Curva: “Evitare comportamenti indecorosi”