Home News Tattica al Mary Rosy, in quattro ai box. Tre dubbi di formazione...

Tattica al Mary Rosy, in quattro ai box. Tre dubbi di formazione verso il Parma

Ancora out Bradaric, Lovato, Jaroszynski e Radovanovic. Emergenza in difesa, due nodi da sciogliere in mediana

756
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Penultimo allenamento per la Salernitana in vista del primo impegno ufficiale della stagione contro il Parma. I granata di Nicola hanno lavorato stamattina al centro sportivo Mary Rosy, dove il tecnico ha sottoposto i suoi calciatori ad una seduta tattica. Ancora tanti gli assenti, tutti nel reparto difensivo: Bradaric e Radovanovic hanno svolto un lavoro differenziato, mentre Lovato e Jaroszynski (ultimo in ordine di tempo nella lista degli acciaccati) si sono sottoposti a fisioterapia.

Tutti e quattro gli infortunati saranno costretti al forfait per la gara di Coppa Italia contro i crociati. Domenica all’Arechi potrebbe essere quantomeno in panchina Gyomber, reduce da un precampionato all’insegna del recupero dall’infortunio patito prima del ritiro austriaco. Non ci sarà invece il giovane Motoc, fermo per squalifica.

L’assenza del moldavo – molto impiegato in ritiro – costringerà ulteriormente Nicola a fare di necessità virtù nel reparto arretrato. Davanti a Sepe, infatti, il terzetto difensivo del 3-5-2 vedrà certamente presenti Pirola e Fazio. Dubbio sul braccetto destro, con Veseli e Mantovani – assoluti rincalzi durante la preseason – chiamati a contendersi un posto da titolare.

In mediana gli intoccabili sono Bohinen e Lassana Coulibaly, certi di giocare così come Kechrida a destra. Le assenze di Bradaric e Jaroszynski limitano invece le scelte a sinistra: sull’out mancino Nicola dovrebbe preferire Mazzocchi a piede invertito ad un Sy tutt’altro che convincente. L’altra ipotesi sul tavolo è l’adattamento di Valencia, il quale ha fin qui dimostrato – seppur da attaccante – di avere gamba e garra che potrebbero tornare utili anche in fascia vista la forte emergenza.

L’altra maglia nel terzetto di centrocampo sarà appannaggio di uno tra Cavion, Capezzi e l’ultimo arrivato Kastanos, con il primo in vantaggio. Da non scartare la possibilità del 3-4-1-2 visto sei giorni fa contro la Reggina: così facendo, Ribéry partirebbe dall’inizio alle spalle delle due punte, e la Salernitana rinuncerebbe a un centrocampista. In ogni caso, pochi dubbi sul tandem offensivo: saranno Bonazzoli e Botheim gli uomini chiamati a scardinare la difesa di Pecchia.

La rifinitura in programma domattina al Mary Rosy permetterà a Nicola di sciogliere gli ultimi dubbi in vista della gara contro Tutino e compagni. La Salernitana tornerà in campo alle 9:00, mentre 45 minuti dopo il ds De Sanctis parlerà in conferenza stampa per fare il punto sul mercato. Il dirigente granata tornerà ad incontrare i giornalisti all’Arechi appena più di un mese dopo il 2 luglio, data della sua presentazione ufficiale.

Articolo precedenteNasce la Power Basket Salerno, erede della storica Pallacanestro Salerno
Articolo successivoCoppa Italia, i numeri di maglia
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.