Home Editoriale La moviola di Salernitana Juventus

La moviola di Salernitana Juventus

In uno stadio Arechi "raggelato" da temperatura e risultato finale, Rapuano si conferma bestia nera per la Salernitana

668
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Il posticipo di ieri sera tra Salernitana e Juventus, ha chiuso la ventunesima giornata del campionato di massima serie. In quello che è stato definito – ironicamente? – da Allegri un vero e proprio scontro salvezza ha avuto la meglio la Juventus con uno 0-3 schiacciante.

Gara affidata al signor Antonio Rapuano di Rimini coadiuvato dagli assistenti Margani e Cipressa; quarto ufficiale Massimi, al Var Doveri e Paterna. In questo articolo, analizzeremo l’unico episodio degno di nota in una partita che ha avuto poche criticità dal punto di vista moviolistico.

rapuano
In foto: Antonio Rapuano di Rimini

Passiamo alla moviola

Al 24′ Di Maria (J) lancia in profondità Miretti (J) che viene scalciato da Nicolussi Caviglia (S) in piena area di rigore: Rapuano, in perfetto controllo dell’azione, non ha esitazioni ed indica immediatamente il dischetto. Decisione ineccepibile, in quanto il centrocampista granata colpisce negligentemente la gamba destra del calciatore bianconero.

SALJUV 08 02 2023 5
SALJUV 08 02 2023 5

Al netto dell’episodio sopra citato, valutato correttamente, non è da ritenersi immune da critiche la prestazione dell’arbitro riminese: tanti, forse troppi, atteggiamenti spocchiosi e tendenti ad un protagonismo che poco c’entrava con l’andamento della gara.

Da ritenersi sufficiente la prestazione dei due assistenti; mai chiamati in causa, invece, gli addetti in sala Var.

Articolo precedenteNel freddo alcuni ruggiti
Articolo successivoVerona-Salernitana sarà diretta da Valeri
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]