Home Breaking news Tra Spezia e Salernitana vince l’equilibrio, al Picco è 1-1

Tra Spezia e Salernitana vince l’equilibrio, al Picco è 1-1

A decidere sono l'autogol di Caldara e la rete di Shomurodov

438
0
Tempo di lettura: 3 minuti
La cronaca SPESAL
La cronaca SPESAL

SPEZIA-SALERNITANA

SPEZIA (4-3-3): Dragowski; Amian, Ampadu, Caldara, Nikolaou (76′ Bastoni); Bourabia, Ekdal (85′ Wisniewski), Kovalenko (45′ Zurkowski); Verde (45′ Maldini), Shomurodov, Gyasi (54′ Agudelo). A disposizione: Zoet, Zovko, Wisniewski, Beck, Salva Ferrer, Cipot, Sala, Esposito, Holm, Bastoni, Krollis. Allenatore: Semplici.

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Daniliuc, Gyomber, Pirola (80′ Fazio); Sambia (80′ Kastanos), Coulibaly, Vilhena (80′ Bonazzoli), Bradaric; Candreva (69’Bohinen), Dia; Piatek (55′ Maggiore). A disposizione: Sepe, Fiorillo, Lovato, Troost-Ekong, Bronn, Nicolussi Caviglia, Iervolino, Botheim, Valencia. Allenatore: Paulo Sousa

ARBITRO: Orsato di Schio. Assisenti: Carbone e Tegoni – IV uomo: Zufferli – Var: Di Marino – Avar: Di Bello.

RETI: 43′ Caldara (a.g.), 70′ Shomurodov (S)

NOTE. Ammoniti: Coulibaly (SA) . Angoli: 9-4. Recupero: 5′ pt – 5′ st

La partita

Equilibrato si aspettava ed equilibrato è stato. Termina 1-1 Spezia-Salernitana con le due compagini che si dividono un punto (che muove la classifica permettendo ad entrambe di guadagnare un punto sul Verona) ed un tempo, ad incidere sono quindi gli errori di Caldara e di Pirola che propiziano le reti di giornata.

Il primo tempo

Il primo tentativo è della Salernitana (8′), il tiro a volo di Sambia termina alto. Tre minuti dopo (11′) i granata vanno ancora vicini alla rete. Dia recupera palla ed a tu per tu con il portiere ligure tenta il tocco sotto, la sfera giunge a Candreva che tenta la girata ma la sua conclusione è respinta da Amian. A spezzare la lunga fase di stasi del match è, al 22′, lo Spezia. Gyasi rientra sul destro e mette dentro dove trova Shomurodov che di testa manda alto. Sessanta secondi dopo (23′) azione fotocopia, a spedire oltre la traversa è questa volta Kovalenko. Al 32′ ci prova Verde. Il dieci spezzino- con una traiettoria velenosa- prova a beffare Ochoa direttamente da calcio d’angolo, il messicano è attento e smanaccia. La Salernitana si fa rivedere al 38′. Dia recupera palla, Bradaric la cede a Candreva che dalla lunga distanza tenta la gran botta, la sfera termina al lato della porta spezzina. Quattro minuti dopo (42′) ci prova Bourabia, il suo tiro si spegne sul fondo. Un minuto dopo (43′) la Salernitana passa in vantaggio. Lassana scodella in mezzo alla ricerca di un compagno, Caldara fa scorrere la sfera ma nel tentativo di anticipare Piatek mette il pallone alle spalle di Dragowski. Dopo il gol l’ippocampo si scatena ed al 45′ va vicino per due volte al raddoppio. Il primo a provarci è Sambia il cui tiro è deviato in calcio d’angolo, sugli sviluppi di quest’ultimo Candreva trova la testa di Piatek bravo a staccare in alto ma sfortunato a colpire la traversa.

La seconda frazione

Secondo tempo che inizia con lo Spezia molto propositivo, al 58′ ci prova il nuovo entrato Agudelo che- dopo essersi accentrato- tenta la conclusione a giro, ottima l’intenzione ed un po’meno la realizzazione. Due minuti dopo (60′) ecco la Salernitana. Dia si invola sulla sinistra, punta Ampadu e dopo una serie di doppi passi prova a piazzare la sfera con il suo tiro che si spegne sul fondo. Dopo l’occasione di Agudelo la sfida si accende ed al 62′ i liguri si fanno ancora vedere con Maldini che sugli sviluppi di un calcio d’angolo tenta il gol olimpico, Ochoa è attento e smanaccia. Cinque giri di lancette dopo (67′) è ancora l’ex Milan a provarci. Bourabia conduce palla per poi cederla al 30 che cerca la conclusione a giro, il portiere granata fa buona guardia e blocca. Al 70′ lo Spezia trova la rete. Pirola sbaglia lo stop lasciando campo libero a Shomurodov che dinanzi ad Ochoa fa 1-1. 78′ ed è ancora Maldini ad andare vicinissimo al gol. Dopo aver conquistato una punizione da posizione interessante, l’ex Milan ci prova da calcio di punizione con la sua conclusione che si infrange sulla traversa. All’83’ i liguri sfiorano il sorpasso con Ekdal che, dopo il bel filtrante di Agudelo, colpisce il palo a tu per tu con Ochoa. La risposta della Salernitana arriva all’86’ ed è affidata alla conclusione di Bonazzoli, l’ex Samp spedisce a lato.