Home News L’avversario di turno, Atalanta: statistiche e precedenti

L’avversario di turno, Atalanta: statistiche e precedenti

La Salernitana è pronta a partire alla volta del Gewiss di Bergamo, dove affronterà un'Atalanta in netta via di ripresa

435
0
Tempo di lettura: 2 minuti

È tempo di trasferta, lunedì la Salernitana affronterà l’Atalanta in quel di Bergamo. La Dea è fresca di uno 0-4 sul Rakow, chiudendo il girone di Conference League, ma soprattutto di un 3-2 spumeggiante, ai danni del Milan.ù

Della scorsa stagione, è purtroppo difficile dimenticare la sconfitta per 8-2, proprio al Gewiss. L’Atalanta sconfisse la Bersagliera senza pietà, i due gol granata furono messi a segno da Dia e Nicolussi Caviglia. L’ultimo precedente all’Arechi, peró, vide i padroni di casa trionfare per 1-0, con un gol di Candreva allo scadere.

Quella dell’anno scorso, fu la prima storica vittoria della Salernitana contro la Dea. Infatti, dei quattordici scontri di campionato, tra A e B, i granata ne hanno vinto solo uno, mentre i neroblu sono usciti vittoriosi per sette volte, sei i pareggi.

Come già precedentemente scritto, l’Atalanta viene da due vittorie importantissime, la prima in campionato e la seconda in Conference. Vittoria europea pressoché irrilevante, data la già raggiunta qualificazione, ma essenziale per chiudere il girone da imbattuta. La vittoria contro il Milan, invece, ha risollevato il morale degli orobici, dopo un pesante 3-0 subito in quel dell’Olimpico di Torino. Si sta risvegliando Luis Muriel, tre gol per lui negli ultimi due scontri tra Serie A ed Europa, e com’è giusto che sia, il colombiano sta insidiando De Keteleare per una maglia da titolare. Gasperini ha puntato molto su Éderson nel corso della stagione passata, e lo sta facendo anche quest’anno. Il brasiliano ex-Salernitana, infatti, è finora il secondo miglior marcatore, a quota quattro reti, dietro all’ex-Lipsia Ademola Lookman, con due reti in più. Occhio al gioiellino Bonfanti: il classe 2003 ha sorpreso in Europa, debuttando da titolare e segnando la sua prima rete in neroblu, coronando una serata da sogno.

Nelle mura amiche, l’Atalanta ha perso solamente due volte in sette occasioni, contro Inter e Napoli. Per il resto, quattro vittorie e un pareggio. Ancora nessuna goleada esagerata, come capita almeno una volta in ogni stagione degli orobici. In fase realizzativa, l’Atalanta si posiziona al quinto posto come miglior attacco, a quota 24 gol messi a segno. Diciotto, invece, le reti incassate, perciò ottima anche la difesa. Sicuramente, in casa Atalanta, c’è voglia di rimettersi in gioco per un posto nelle competizioni europee e di liberarsi dall’ottavo posto.

Gasperini sceglierà il suo solito 3-5-2, o un 3-4-2-1 nel caso di non recupero di Kolasinac. Se il bosniaco dovesse ristabilirsi, il croato Pasalic, presente nel duo dietro la punta, verrebbe relegato in panchina, con De Roon che avanzerebbe da centrale al suo ruolo naturale in mediana. Musso ricoprirà i pali. Si rivedrà Zappacosta sull’out di destra, a sinistra Ruggeri. In attacco, De Keteleare sembra favorito su Muriel, ma non c’è da escludere un cambio dell’ultimo minuto. Titolarità quasi certa per Koopmeiners, Ederson e Lookman.

Articolo precedenteFantacalcio: i consigli per la 16°giornata
Articolo successivoNon fu tempo