Home Calciomercato Asse con la Lazio: vicini André Anderson e il colpo a sorpresa...

Asse con la Lazio: vicini André Anderson e il colpo a sorpresa Sabiri. Più lontano Coulibaly

I due centrocampisti offensivi arriveranno in prestito secco. La Salernitana temporeggia per Luperini del Trapani

622
0

A poco più di 48 ore dall’avvio del campionato, la Salernitana cala un doppio colpo nel tentativo di rimediare in extremis all’eccessiva lentezza avuta fin qui in sede di mercato. E, come spesso accade per innesti di rapida necessità, ecco la mano della Lazio: è quasi fatta per l’arrivo a Salerno di André Anderson e Abdelhamid Sabiri dal club biancoceleste. Per entrambi i centrocampisti offensivi la formula è quella del prestito secco.

Nel caso del fantasista carioca si tratta di un ritorno a Salerno dopo l’esperienza del 2018-2019: dopo un possibile bis già discusso lo scorso anno ma non concretizzato, questa volta il classe ’99 italo-brasiliano – che ieri ha compiuto 21 anni – farà ritorno in granata per beneficiare di un buon minutaggio, dopo una stagione avara di spazio alla corte di Inzaghi. Tedesco di origini marocchine, Sabiri è invece un autentico colpo a sorpresa: il cartellino del duttile trequartista classe ’96 – adattabile anche come mediano basso, mezz’ala oppure esterno su entrambe le fasce in un 4-4-2 – è passato dal Paderborn alla Lazio, che girerà il giocatore in prestito alla corte di Castori.

Per il centrocampo granata rischia di sfumare Coulibaly, che si è guadagnato la fiducia di Gotti tanto da poter restare all’Udinese e non partire in prestito, mentre la società di via Allende temporeggia per Gregorio Luperini: la mezz’ala classe ’94 del Trapani – uomo chiave di Castori negli ultimi mesi sulla panchina granata – dovrebbe a breve svincolarsi dal club siculo, e la Salernitana resta alla finestra. Se ne riparlerà tra una settimana.

A centrocampo si attende l’ufficialità del ritorno di Capezzi, che arriva a titolo definitivo dalla Sampdoria assieme a Belec, il quale fungerà da portiere titolare. Da ufficializzare anche Tutino, Bogdan e Gondo, così come Dziczek, le cui condizioni di salute giustificano però un sacrosanto periodo di valutazione da parte della società. Attesa anche per Fella, che è stato bloccato con un accordo triennale ma potrebbe essere solo di passaggio e andare in prestito al Foggia (dove potrebbero finire anche Kalombo e Galeotafiore), mentre sul versante Lazio resta molto complesso un ritorno a Salerno di Kiyine: sin dalla fine della scorsa stagione il marocchino ha manifestato scarsa volontà di giocare per un terzo anno con la maglia granata, e la bocciatura di Inzaghi sembra non cambiare lo scenario.