Home Breaking news Serie B: due ex granata pronti a tornare in panca

Serie B: due ex granata pronti a tornare in panca

Delio Rossi e Roberto Breda sono pronti a ripartire dalla serie cadetta. I due "grandi" ex granata sono in procinto di sedere, rispettivamente, sulle panchine di Ascoli e Pescara

768
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo appena nove giornate di campionato, in Serie B c’è già chi ha deciso (o è in procinto di farlo) di cambiare la guida tecnica a causa di risultati “non esaltanti”. Esonero a tempo di record a parte, ai quali Cellino ha “abituato” i propri tifosi nel corso degli anni, di Luigi Del Neri dalla guida del Brescia, nelle ultime ore anche altre società hanno ufficialmente sollevato dall’incarico i propri allenatori.

Si tratta di Bruno Tedino e Valerio Bertotto, ormai ex trainer di Virtus Entella ed Ascoli, pericolosamente attardate in classifica.
Se, per quanto riguarda i lagunari, si è già scelto di virare sull’ex Bari Vivarini, nelle Marche è in corso un summit di valutazione di alcuni profili che potrebbero fare al caso dei bianconeri.

Secondo alcuni rumors, attualmente in pole risulterebbe “il profeta” Delio Rossi, indimenticato ed indimenticabile ex allenatore della Salernitana. Il tecnico romagnolo, dopo la breve parentesi Palermo prima del fallimento, è in attesa di un nuovo incarico da oltre un anno, e accetterebbe di buon grado di ripartire dalla serie cadetta.

Stesso discorso per quanto riguarda un altro, importantissimo, ex calciatore e allenatore granata, Roberto Breda. L’ex capitano granata, infatti, avrebbe già raggiunto un accordo preliminare con il Pescara che, dopo un avvio disastroso, sta per sollevare dall’incarico l’ex campione del mondo Massimo Oddo.

La probabilità che entrambe le operazioni possano concludersi appaiono molto elevate. Il tutto, con buona pace dei supporter granata che, con ogni probabilità, ritroveranno sulla loro strada due tra i pezzi più importanti della storia della “Bersagliera”.

© solosalerno.it – tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Articolo precedente‘A FRITTAT E MACCARUN: il pranzo a sacco per eccellenza.
Articolo successivoA Cosenza per il primato: Castori ha la grande occasione
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.