Home Calciomercato Salernitana, priorità alle uscite. Mercato in entrata fermo… ma con qualche idea...

Salernitana, priorità alle uscite. Mercato in entrata fermo… ma con qualche idea last minute

Entrate legate alle uscite. Veseli vicino all'Entella, ipotesi Lazio per Alessandro Micai. Occhio ad un paio di idee last minute

2478
0
Riviere-Crotone
GENOA, ITALY - SEPTEMBER 20: Emmanuel Riviere of FC Crotone in action during the Serie A match between Genoa CFC and FC Crotone at Stadio Luigi Ferraris on September 20, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images) Fonte: Fantacalcio.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’annuncio ufficiale di Sofian Kiyine, che da questa mattina è ufficialmente un “nuovo” calciatore della Salernitana, l’attenzione della dirigenza granata resta focalizzata sulle uscite. Detto ampiamente di Antreas Karo, che nelle prossime ore diventerà ufficialmente un nuovo calciatore del Maritimo, il prossimo a salutare ufficialmente la compagnia potrebbe essere Frederic Veseli. L’ex difensore dell’Empoli, autore di un girone d’andata tutt’altro che esaltante in maglia granata, è sempre più vicino alla Virtus Entella. I liguri, attualmente in piena lotta per non retrocedere, vorrebbero infatti aggiungere un “tassello d’esperienza” al mosaico difensivo di Vincenzo Vivarini. Tecnico che, tra l’altro, ha già avuto Veseli alle sue dipendenze quando sedeva proprio sulla panchina empolese. Si attendono sviluppi nelle prossime ore, ma le possibilità che l’affare vada in porto appaiono piuttosto elevate.

In cerca di una nuova sistemazione anche Niccolò Giannetti che, dopo la buona prestazione di Gondo contro il Pescara, resta l’unico eventualmente cedibile del reparto avanzato. Il nodo da sciogliere, manco a dirlo, è legato all’oneroso ingaggio, in scadenza nel 2022, percepito dall’ex Livorno (circa 350mila Euro). Un ostacolo non di poco conto, specie se si considera che il pupillo di Breda non segna da dicembre 2019. Su di lui resta vigile proprio il Pescara che, però, sarebbe intenzionato a pagare soltanto parte dell’ingaggio. Un’ipotesi scartata a priori dal club granata che, in aggiunta, vorrebbe quantomeno recuperare la cifra sborsata per il cartellino.

Complicata anche la cessione di Alessandro Micai, legato alla Salernitana con un contratto in scadenza il 30 giugno 2023. Le sirene estere, almeno per ora, non sembrano stuzzicare più di tanto il pipelet mantovano, che preferirebbe rimanere in Italia e, soprattutto, alle stesse cifre. Occhio, però, ad una eventuale soluzione “fatta in casa” con la Lazio. Con l’infortunio di Strakosha, che potrebbe star fuori oltre due mesi, il co-patron Lotito potrebbe decidere di dirottare l’ex estremo difensore del Bari proprio ai biancocelesti affidandogli, magari, “la maglia numero 12”. Se ne saprà di più nei prossimi giorni. Più probabile, invece, la cessione dell’altro epurato Guido Guerrieri, seguito da diversi club di C, Viterbese su tutti. In bilico anche la posizione di Walter Lopez che, con l’arrivo Sy e Durmisi sull’out mancino, potrebbe decidere di cambiare aria per ritrovare maggior minutaggio.

Per quanto concerne il mercato in entrata, come di consueto legato esclusivamente alle eventuali uscite, il club di via Allende resta vigile su Michele Cavion e Stefano Pettinari. Entrambe le operazioni, però, richiederebbero uno sforzo economico non indifferente. Ipotesi, almeno per il momento, non paventata dalla società. Occhio anche ai classici nomi a sorpresa che potrebbero “infiammare” le ultime ore del mercato invernale. Con l’annuncio ufficiale di Samuele Di Carmine, mai trattato in questa finestra di mercato dalla Salernitana, al Crotone, potrebbe, di fatto, liberarsi Emmanuel Riviere, fin qui utilizzato col contagocce da Mister Stroppa. Discorso molto simile a quello di Marco Ezio Fossati, centrocampista in forza al Monza, chiuso ulteriormente dall’arrivo di Scozzarella. Si attendono sviluppi a partire dalla giornata di sabato.

Articolo precedenteSalernitana al lavoro verso Reggio: squadra in campo in mattinata, traffico in mediana per Castori
Articolo successivoTutto è perduto fuorché l’onore
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.