Home News Salernitana, l’undici anti-Ascoli: ipotesi Kiyine a sinistra, Jaro trasloca in difesa. Djuric...

Salernitana, l’undici anti-Ascoli: ipotesi Kiyine a sinistra, Jaro trasloca in difesa. Djuric dal 1′

Il bosniaco non è al top ma sarà titolare. Scelte limitate in difesa

333
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Diverse assenze per la Salernitana in vista della sfida di domani pomeriggio in quel di Ascoli. Castori sarà quindi chiamato ad apportare qualche modifica sul piano delle scelte di formazione, pur confermando il tradizionale 3-5-2 di marca granata. La prima novità avrà luogo tra i pali, dove a causa dell’infortunio di Belec toccherà ad Adamonis sporcarsi i guantoni per la prima volta in questa stagione. Scelte pressoché obbligate nel terzetto difensivo, dove Castori è orientato a rispolverare dal 1′ Pawel Jaroszynski: il polacco è subito stato utilizzato come quinto a tutta fascia prima di restare in panchina contro il Vicenza, ma domani ad Ascoli dovrebbe far ritorno sulla linea dei tre centrali. L’ex Chievo ricoprirà il ruolo di braccetto sinistro, come accaduto con Ventura lo scorso anno. A completare il terzetto difensivo saranno Gyomber e Aya, vista l’indisponibilità di Bogdan e le condizioni di un Mantovani ancora a mezzo servizio.

Minori, invece, le novità attese in mediana. Di Tacchio resta inamovibile come centrale di centrocampo, mentre ai suoi lati dovrebbero agire nuovamente Coulibaly e Capezzi, a completamento di un terzetto ormai tradizionale. Sulla corsia di destra Casasola, mentre a sinistra Castori potrebbe ridare spazio a Sofian Kiyine: il marocchino ha giocato da mezz’ala dopo il suo ritorno senza convincere particolarmente, ma potrebbe tornare titolare traslocando sull’out mancino, complice l’assenza di Durmisi. Kiyine è in vantaggio su Cicerelli e su Sy, mentre la soluzione alternativa sarebbe un avanzamento di Jaroszynski a centrocampo, con Veseli a fare da terzo centrale difensivo. Ipotesi al momento meno probabile. In avanti, tutto ruota attorno alle condizioni di Djuric: il bosniaco non è al meglio per i postumi di una botta all’anca, ma dovrebbe partire dal primo minuto in coppia con Tutino. In caso contrario, Gondo la prima alternativa, con Anderson e Kristoffersen dalla panchina.

SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Aya, Gyomber, Jaroszynski; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Kiyine; Tutino, Djuric.

Articolo precedenteAscoli: determinazione e qualità offensiva per domare i granata
Articolo successivoSalernitana, obbligo tre punti ad Ascoli: Sottil con il 4-3-1-2, Castori lancia Kiyine nel 3-5-2
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.