Home News Il Giro Granata – 16/12/2017, a Chiavari buona la prima del “Cola”

Il Giro Granata – 16/12/2017, a Chiavari buona la prima del “Cola”

343
0
Immagine: genovatoday.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Campionato di Serie B stagione 2017/2018, 9 dicembre 2017, 18/a giornata. All‘Arechi, la Salernitana di Bollini sfida il Perugia. Bocalon al 74′ portò in vantaggio i granata, ma in pieno recupero Buonaiuto, uno abbonato alle reti a tempo scaduto contro la Bersagliera, siglò il gol del definitivo 1-1.

La Salernitana collezionò quindi la sesta partita senza vincere, ritrovandosi al triplice fischio undicesima a 23 punti, con la zona playoff che stava pian piano scappando via. La società granata, dunque, decise per la svolta in campionato. Fuori Bollini, dentro un nome pesante per la categoria come quello di Stefano Colantuono.

Mito a Bergamo, per aver conquistato due promozioni in A e due salvezze nel massimo campionato nonostante le penalizzazioni dovute al calcioscommesse con l’Atalanta, Colantuono accettò subito Salerno anche per riscattare un campionato deludente con il Bari, con il quale non riuscì a centrare l’accesso ai playoff.

L’esordio in granata del tecnico di Anzio avvenne il 16 dicembre 2017 a Chiavari, contro la Virtus Entella di Alfredo Aglietti. E il match si fece subito in discesa. Al 28′, Sofian Kiyine, ventenne centrocampista marocchino prelevato in prestito dal ChievoVerona, trovò il suo primo acuto con la maglia della Salernitana. Kiyine ricevette il pallone dal limite dell’area sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto e con un destro a girò beffò il portiere della Virtus Entella Iacobucci.

Al 40′, la grande occasione per i liguri di pervenire al pareggio. Intervento scomposto di Mantovani su Diaw in area e l’arbitro Piscopo decretò il calcio di rigore a favore della Virtus Entella. Dal dischetto, per fortuna dei granata, Troiano si fece ipnotizzare da Adamonis.

Ripresa e ancora un brivido per la Salernitana. Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Diaw svettava di testa e superava Adamonis ma Vitale riuscì a salvare sulla linea. Passata la paura, la squadra di Colantuono chiuse i giochi alla prima occasione utile. Al 58′, battuta profonda di Pucino che scoprì tutta la difesa della Virtus Entella. Rossi, di testa, anticipò un incerto Iacobucci e Sprocati a porta vuota siglò il definitivo 0-2.

Al 66′, Minala ricevette la seconda ammonizione e lasciò la Salernitana in 10. Nonostante la superiorità numerica, la Virtus Entella non riuscì a riaprire la gara, sbattendo in un paio di occasioni contro Adamonis. Alla fine, Colantuono ce la fece a battezzare il suo esordio alla guida della Salernitana con una vittoria importante. Come si suol dire, buona la prima!

Articolo precedenteGrazie a Katsy
Articolo successivo“Ottima reazione dopo Lecce, ma sabato a Chiavari non sarà una partita scontata”