Home Editoriale “Castori, assenza pesante. Tutto sta nelle mani dei calciatori, ma col Monza...

“Castori, assenza pesante. Tutto sta nelle mani dei calciatori, ma col Monza servirà una gara giudiziosa”

Per il presidente provinciale Figc, Enzo Faccenda, la Salernitana perderà tanto senza il suo allenatore in panchina

568
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Il campionato riprenderà sabato dopo lo stop voluto dalla Lega B, dietro consiglio del Presidente Federale Gravina, per fronteggiare l’emergenza covid. Il pericolo, però, è sempre dietro l’angolo ed anche la Salernitana è stata costretta a fare i conti col virus. Fabrizio Castori resterà ai box, in attesa di guarire, e sabato con il Monza non sarà in panchina. Il presidente provinciale Figc, Enzo Faccenda, esprime rammarico per l’assenza del tecnico. “A lui – dice – va innanzitutto l’augurio di una pronta guarigione”.

Castori non sarà in panchina col Monza: a suo giudizio, quanto perde la Salernitana?

“Tanto. Senza nulla togliere ai collaboratori del mister, va detto che Castori è un tecnico capace di incidere molto sul piano tattico e caratteriale e, quindi, la sua assenza toglierà molto alla squadra. Dal campo un allenatore ha sensazioni che non può avere guardando la gara in tv. Purtroppo, è capitato questo inconveniente e speriamo che il mister lo superi presto”

Ed ora?

“Ora la palla passa alla squadra. C’è poco da dire in proposito. Non è il momento di fare speculazioni, ragionamenti, prospettare scenari. Ora la parola passa al campo ed i calciatori hanno tutto nelle loro mani e nei loro piedi. Mi spiego: se la squadra avrà testa e gambe per vincere le partite, allora potrà centrare anche il massimo traguardo. In caso contrario, dovrà disputare i playoff. Nulla è certo, specialmente nel calcio. Si ragiona su ciò che non si sa e che non si può prevedere. Ci auguriamo, ovviamente, che la squadra possa vincere tutte le partite, ma non possiamo sapere se ciò avverrà”.

canale youtube

Mancherà anche Djuric alla Salernitana: assenza pesante?

“Fino ad un certo punto, poiché credo che in questo momento Gondo sia in una ottima condizione e, dunque, saprà farsi valere e non farà rimpiangere il compagno. Vedremo Castori ed il suo staff come vorranno sfruttare i calciatori a disposizione”.

Lei cosa pensa?

“Ho la sensazione che Anderson possa giocare accanto a Tutino e che, magari, Gondo possa subentrare. Anche per Cicerelli vedrei meglio un impiego in corso d’opera, mentre penso che Kiyine sarà titolare e dovrà dare quel contributo importante in fatto di qualità che ha saputo offrire anche contro il Venezia”.

La sosta imprevista ha restituito alla Salernitana Coulibaly: quanto è importante il suo rientro?

“E’ un rientro molto importante. Si tratta di un elemento che Castori voleva fortemente fin dall’estate e che è sempre stato titolare, una volta arrivato a Salerno. In sua assenza la Salernitana è riuscita comunque a vincere delle partite importanti, ma sicuramente averlo a disposizione è un’ottima cosa. Penso che possa anche tornare dal primo minuto”.

E il Monza?

“Farà la sua partita, sapendo bene che solo vincendo potrà restare in corsa per il terzo posto. Perciò, dico che la Salernitana dovrà essere brava ad affrontare la gara con il giusto atteggiamento. Non perdere significherebbe blindare di fatto la terza posizione e, dunque, non bisognerà in nessun caso prestare il fianco al Monza”.

Vincendo, però…

“Certamente, la vittoria è quello che tutti noi speriamo di centrare sabato. Vediamo anche cosa farà il Lecce con il Cittadella. In ogni caso, la Salernitana sa che il campionato non finirà sabato”.

Quattro gare in dieci giorni: dal punto di vista fisico la Salernitana potrebbe essere avvantaggiata?

“La condizione atletica e mentale della squadra granata era molto buona prima della sosta. Sicuramente, sotto questo aspetto la Salernitana potrebbe avere un vantaggio. Ripeto: è tutto nei piedi dei nostri calciatori”.

La Figc, intanto, ha chiuso la porta alle multiproprietà per il futuro. Che ne pensa?

“Era un provvedimento nell’aria da tempo. Per le situazioni acquisite, come quella che interessa la Salernitana, bisognerà capire se ci saranno più in là degli effetti”.

Articolo precedenteI giorni dell’IRA
Articolo successivoCaso Monza, il sindaco Napoli: “Pronti ad intervenire per tutelare la salute pubblica”
Classe '76, non sempre è nervoso.