Home Editoriale Ranieri show: il difensore trasforma i fischi in appalusi

Ranieri show: il difensore trasforma i fischi in appalusi

Il numero 19 granata è soddisfatto della vittoria registrata contro il Genoa. Con consapevolezza ammette: «stiamo crescendo, oggi era fondamentale vincere».

2269
0
Tempo di lettura: < 1 minuto
Luca Ranieri

Grande prestazione tecnica e di carattere da parte del difensore Luca Ranieri. Successivamente alle innumerevoli critiche piovute sull’ex spallino – per le vicende legate alla scorsa stagione – il classe ’99 è riuscito a riconquistare il popolo granata. Partita dopo partita, a suon di ottime prestazioni, ha trasformato i fischi – riservatigli durante la presentazione della squadra all’Arechi – in calorosi applausi.

Al termine della gara vinta di misura contro il Genoa, Ranieri ha rilasciato una breve intervista ai microfoni di Dazn affermando:

“La vittoria di questo pomeriggio è stata fondamentale per il morale, era necessario fare i primi tre punti per maturare ulteriore consapevolezza e sicurezza. Abbiamo cercato questa vittoria con tutte le nostre forze, e dopo aver combattuto con grinta ed orgoglio l’abbiamo trovata. Abbiamo disputato una buona partita, è stata dura ma siamo riusciti a conquistare l’intera posta in palio. Siamo stati compatti, uniti, testardi.. Sicuramente dobbiamo migliorare la fase offensiva, sarà necessario fare più gol, ma, al di là di tutto, la gara di oggi è stata bellissima. Poi, con Ribèry in squadra è tutta un’altra storia. Franck è una leggenda, ci motiva, ci aiuta… oggi, a fine gara ci ha portato sotto la curva per dare ulteriore gratificazione e merito alla nostra tifoseria. Ci hanno sostenuto oltre il novantesimo, non hanno mai mollato”.

Articolo precedenteBallardini: «bella prestazione del Genoa, risultato bugiardo…».
Articolo successivoPrimavera 2 – Apoteosi granata a Reggio Calabria: La Salernitana batte la Reggina 2-0!
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!