Home Editoriale Scadenze, ritorni e valutazioni: la foto della situazione contrattuale dei granata

Scadenze, ritorni e valutazioni: la foto della situazione contrattuale dei granata

Rafforzare ma anche sfoltire la rosa, questi i primi due compiti per il duo Iervolino-Bigon

669
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Rafforzare e sfoltire la rosa, sono queste le due priorità che attendono Riccardo Bigon. Il diesse ex Bologna, ormai prossimo alla nomina come nuovo direttore sportivo dell’ippocampo, dovrà non solo pensare al mercato in entrata per rafforzare l’organico a disposizione di Nicola ma anche a valutare- naturalmente insieme al mister piemontese- il destino dei calciatori che il prossimo 30 giugno vedranno il loro legame con la Salernitana e di coloro che in granata faranno ritorno dai rispettivi prestiti. Attualmente, infatti, gli atleti sotto contratto con il club di via Scavate Case Rosse sono ben 45, numero che anche per forza di cose dovrà essere ritoccato verso il basso.

Scadenza 30 giugno

Sono tre i calciatori che la Salernitana potrebbe perdere a zero, primo di questo elenco è Milan Djuric. Il bosniaco, negli scorsi giorni, ha ricevuto la proposta di rinnovo biennale da parte dell’ippocampo ed, a stretto giro, dovrebbe dare una risposta dopo aver valutato anche le offerte arrivate da due squadre inglesi e dai turchi del Besiktas. Futuro ancora da definire per Diego Perotti e Stefan Strandberg che potrebbero non continuare la loro avventura con indosso la casacca del cavalluccio marino. I due, in ogni caso, dovrebbero avere un colloquio con la società per stabilire la loro permanenza o meno all’ombra dell’Arechi.

I rientranti

Diciannove, invece, i rientranti dai prestiti, tra i quali spicca il nome di Simy. Il centravanti nigeriano, dopo una prima parte di stagione molto negativa con la casacca granata, ritornerà a Salerno dopo l’avventura al Parma nella quale ha confermato quanto la stagione appena conclusa sia stata per lui da horror. Tra Campania ed Emilia Romagna, infatti, l’ex Crotone ha siglato solo due gol, numero inimmaginabile alla luce del suo score nell’annata 2020/2021 quando le realizzazioni furono ben 20 in 39 presenze. Al suo ritorno l’attaccante di Lagos ritroverà Davide Nicola, sua vecchia conoscenza avendo avuto il trainer piemontese come allenatore al già citato Crotone tra il 2016 ed il 2017. Tornerà in granata anche Alessandro Micai. Il portiere ex Bari, dopo la stagione vissuta alla Reggina, dovrebbe nuovamente salutare Salerno con alcune compagini cadette che potrebbe richiederne il prestito o l’acquisto del cartellino. Discorso appena fatto che vale anche per Michele Cavion, Luka Bogdan e Valerio Mantovani, quasi sicuramente destinati alla Serie B. Da valutare, invece, la permanenza di Edoardo Iannoni. Il classe 2001 è reduce dall’esperienza in Lega Pro con l’Ancona, nella quale ha trovato molto spazio ed ha attirato su di sé gli occhi di diversi club. Walter Sabatini, in una recente intervista ai microfoni de La Repubblica, disse proprio sul talentino di Roma: “Avrei voluto riprendere anche Edoardo Iannoni, 21 anni, centrocampista, in prestito all’Ancona, ma non ce lo hanno ridato. Nella prossima stagione però giocherà con noi”. Non è da escludere, quindi, che il futuro del giovane mediano possa essere davvero in massima serie. Ma in granata torneranno anche i vari Castillo, Fella, Vitale, Crisci, D’Andrea, Orlando, Kristoffersen, Boultam, Sy, Iannone, Del Regno ed Esposito, il cui futuro potrebbe essere nuovamente legato ad un trasferimento a titolo temporaneo.

Il resto del gruppo

Riscattati i vari Sepe, Mikael, Mazzocchi, Mamadou Coulibaly e Bohinen, Bigon dovrà valutare il futuro anche di coloro che sono legati alla Salernitana almeno da un anno di contratto. Questo è il caso di Radovanovic, Gyomber e Ribery, i quali però dovrebbero continuare la loro esperienza in granata. Meno certo è il futuro dei vari Capezzi, Di Tacchio, Veseli e Vergani (tutti in scadenza il 30 giugno 2023) che potrebbero svestire la maglia dell’ippocampo per trovare maggior minutaggio in serie cadetta al pari di Pawel Jaroszynski, anch’egli riscattato dal Genoa ma che difficilmente sarà ancora a disposizione di Nicola. Scadrà nel 2024, invece, il contratto di Federico Fazio e Riccardo Gagliolo, con il primo quasi sicuramente riconfermato ed il secondo possibile partente vista una stagione in chiaroscuro. Da valutare anche il futuro di Vincenzo Fiorillo, il cui accordo con l’ippocampo è valido sino al giugno 2025 proprio come per Lassana Coulibaly ed Emil Bohinen, quest’ultimi perni del gioco granata e la cui conferma non è in discussione. Ederson, al pari di Sepe, vedrà il suo contratto scadere nel 2026 con il duo Iervolino-Bigon che dovrà valutare una cessione o meno del brasiliano conteso dall’Inter e dall’Atalanta.

Articolo precedenteIl diario salvezza di Bonazzoli: «Salerno ha pianto due volte»
Articolo successivoFuturo Salernitana: nel pomeriggio Iervolino incontrerà Bigon