Home Breaking news Santa Teresa Beach Soccer, Creative Rent si laurea campione

Santa Teresa Beach Soccer, Creative Rent si laurea campione

I bianconeri si aggiudicano il trofeo, battuta Nappa Group in finale

908
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Finisce con la vittoria di Creative Rent, il Santa Teresa Beach Soccer 2022. L’edizione del ritorno dopo due anni di stop causa pandemia, ha incoronato i ragazzi in bianconero guidati da capitan Bifulco e dall’esperienza di Chicco Coscia. A decidere le sorti dell’incontro (e del torneo) è stato il calcio di rigore perfetto battuto dal diez Diego Minella che ha spiazzato Maraolo ed incoronato la propria squadra.

Proprio come accaduto nell’edizione 2019, anche nel 2022 è una compagine alla prima partecipazione a portare il trofeo a casa. Un match, quello di ieri, reso ancora più caratteristico dalla pioggia scrosciante che ha monopolizzato la gran parte della prima frazione e ritardato di qualche minuto l’inizio del secondo tempo ma che non ha fermato la passione dei supporter, presenti anche dopo il temporale sugli spalti dell’arenile.

La festa di Creative Rent

Al triplice fischio, l’esplosione di gioia con i calciatori di Creative Rent che sono stati letteralmente presi d’assalto da familiari, amici e bambini, quest’ultimi alla ricerca delle maglie dei protagonisti ed in particolare della numero 9 di Pietro D’Acunto, “incoronato” dalla tifoseria bianconera (con corona ben in vista sulla testa) “Re del Santa Teresa”. Tanta la felicità anche negli altri protagonisti con i vari Francesco Senatore (quest’ultimo autore di un ottimo torneo), Nicolò Irpino, Stefano Chiariello, Vincenzo De Maio e Alessandro Vaiano che congiuntamente agli altri elementi della rosa hanno festeggiato con un tuffo nel mare di Santa Teresa. Da sottolineare anche la prestazione della Nappa Group che, nonostante la delusione per aver visto sfumare il sogno vittoria quasi sulla linea del traguardo, può uscire a testa alta dopo un Santa Teresa in cui si è imposta come vera e propria rivelazione.

Articolo precedenteUFFICIALE – Stefano Colantuono nuovo responsabile del settore giovanile della Salernitana
Articolo successivoSalernitana, accelerata per Vilhena e Diallo
Tutto in 90 minuti: per me il calcio è tutto il mondo che sta all'interno di quell'ora e mezza (più recupero). Sono un grandissimo appassionato del gioco del calcio, indipendentemente dai colori: semplicemente, sono innamorato del gioco. Ho iniziato questo "viaggio" a 17 anni, poi l'avventura con il Quotidiano del Sud e SalernoSera a 20, ora sono il telecronista di SoloSalerno. L'obiettivo è migliorare sempre più.