Home News Da Bonazzoli ai gol di Candreva e Caputo: cinque ex in Salernitana-Sampdoria

Da Bonazzoli ai gol di Candreva e Caputo: cinque ex in Salernitana-Sampdoria

Il nuovo esterno granata segnò lo scorso anno nello 0-2 per i liguri. Due centri da ex per l'attaccante pugliese, passato blucerchiato anche per Fiorillo e Capezzi

678
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Salernitana – Sampdoria sarà partita da ex per cinque calciatori. Il più importante – nonché più recente – è Antonio Candreva, trasferitosi a Salerno appena due settimane fa ponendo fine alla sua esperienza in blucerchiato.

L’esterno classe ’87 firmò con la società ligure nell’estate 2020, arrivando a Genova in prestito con diritto di riscatto dall’Inter. Candreva ha giocato le ultime due stagioni con la maglia della Sampdoria, totalizzando 12 gol e ben 18 assist (di cui 10 solo l’anno scorso) in 72 presenze.

Gettoni ufficiali in cui rientra anche la gara di Coppa Italia contro la Reggina, ultimo (e unico) match disputato con la Samp in questa stagione prima di passare a Salerno. Candreva, peraltro, fu protagonista nella sfida d’andata giocata lo scorso anno all’Arechi, siglando il gol del definitivo 0-2 in favore dei blucerchiati contro la Salernitana allenata da Colantuono.

L’altro attesissimo ex della contesa è Federico Bonazzoli. Il 9 granata incontrò la Samp da avversario già l’anno scorso. Allora, però, la società doriana ne deteneva ancora il cartellino, poi acquistato dalla Salernitana durante questa sessione di calciomercato.

L’attaccante di Manerbio fu acquistato dalla Samp nel mercato di gennaio 2015, restando fino a fine stagione all’Inter. Unitosi ai blucerchiati in estate, Bonazzoli giocò metà stagione a Genova trovando le prime 7 presenze (tra campionato, Coppa Italia e preliminari di Europa League). Il classe ’97 successivamente passò in prestito al Lanciano (con cui a fine stagione perse i playout di B contro la Salernitana di Menichini), per poi giocare a Brescia nel 2016-17.

Dopo il ritorno alla base e una sola presenza ad agosto, ecco un nuovo biennio in prestito: prima la Spal in A, poi il Padova in B. Rientrato nuovamente a Genova, Bonazzoli disputò nel 2019-20 la sua unica stagione intera in blucerchiato. Nonostante i quattro mesi di stop per un infortunio, l’attaccante beneficiò della pausa indotta dal Covid per recuperare, chiudendo il campionato con 19 presenze e 6 gol.

Queste le reti totali dall’attaccante con la Sampdoria nell’arco di 29 partite. Il tutto prima del rinnovo contrattuale e dei prestiti al Torino (2020-21) e alla Salernitana, con cui la scorsa stagione il mancino venticinquenne raggiunse la doppia cifra, risultando cruciale per la miracolosa salvezza dell’Ippocampo.

Anche la Samp annovera un attaccante ex di turno come Francesco Caputo. La punta fu granata (in prestito dal Bari) nel 2009-10, in cui segnò 7 gol in 38 partite tra Serie B e Coppa Italia. Nell’anno della retrocessione in Prima Divisione – segnata anche dai 6 punti di penalizzazione – Caputo instaurò un pessimo rapporto con la tifoseria granata.

Astio che si rafforzò nel 2016, quando Caputo segnò – ed esultò – da ex sotto la Curva Sud in un Salernitana – Virtus Entella terminato poi 1-1 con rete granata di Coda. L’attuale numero 10 blucerchiato si ripeté anche l’anno scorso: dopo il gol dello 0-3 annullato all’Arechi per fuorigioco, Caputo segnò la rete dell’1-2 al Ferraris, nel match vinto dai granata di Nicola con le reti di Fazio ed Ederson in apertura.

Domani incrocerà il proprio passato anche Vincenzo Fiorillo. Il dodici granata entrò subito nelle giovanili della Sampdoria dopo gli inizi con la Nuova Oregina. Dopo aver vinto la Coppa Italia Primavera nel 2008, il 13 aprile dello stesso anno Fiorillo esordì in massima serie a soli 18 anni.

L’anno successivo il classe ’90 raggiunse la finale del Torneo di Viareggio, e – nonostante la sconfitta – fu eletto miglior portiere della competizione. Dopo tre anni senza presenze (intervallati dai prestiti a Reggina e Spezia), Fiorillo fu prestato al Livorno nel 2012-13, ma alla fine di quella stagione la Samp esercitò la contro-opzione sul calciatore, riportandolo a Genova.

Nel 2013-14 Fiorillo giocò in blucerchiato le gare di Coppa Italia e le ultime cinque giornate di A, passando nel frattempo in compartecipazione alla Juventus. Nell’estate 2014 poi il prestito al Pescara, trasferimento che aprì la lunga esperienza biancazzurra dell’attuale portiere granata. In tutto, Fiorillo ha collezionato 12 presenze ufficiali con la maglia della Sampdoria, subendo 22 gol.

Completa il novero degli ex Leonardo Capezzi, altro calciatore che – pur non rientrando tra le prime scelte di Nicola – ritroverà la Samp da avversario. Il mediano fu acquistato dai blucerchiati nell’estate 2016, ma restò per un anno in prestito al Crotone, esordendo coi pitagorici in Serie A dopo la promozione ottenuta l’anno precedente.

Una volta giunto in Liguria, Capezzi totalizzò 8 presenze nella stagione 2017-18, di cui 6 in campionato e 2 in Coppa Italia. Poi i prestiti ad Empoli e Albacete, prima del passaggio a Salerno concretizzatosi a gennaio 2020 in prestito e – successivamente – nel settembre dello stesso anno a titolo definitivo.