Home News Poche ore a Inter-Salernitana: precedenti e curiosità

Poche ore a Inter-Salernitana: precedenti e curiosità

Sul cammino dei granata ci sarà l'Inter. La Salernitana è pronta a vendicare i due k.o. della scorsa stagione

596
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Poche ore separano la Salernitana dalla 10^ giornata di campionato. I granata scenderanno in campo alla Scala del Calcio contro i nerazzurri dell’Inter alle ore 12:30.

La Salernitana insegue la seconda vittoria di fila, evento che non accade da aprile 2022. Il gol di Dia al 94′ contro il Verona ha regalato una preziosa vittoria dopo il brutto scivolone di Sassuolo. Mister Nicola ha rimarcato in settimana l’importanza di saper sfruttare le occasioni negli ultimi metri. Non a caso, le 12 reti messe a segno in campionato dalla formazione granata sono state realizzate dentro l’area di rigore.

L’Inter è reduce dal 3-3 di coppa di mercoledì scorso contro il Barcellona. In campionato, la vittoria di Sassuolo ha dato nuova verve alla squadra di Inzaghi, la quale sembra ora aver superato il periodo di crisi che l’ha costretta a subire 16 gol.

Tre sono i giocatori che in passato hanno vestito la casacca del Biscione. Antonio Candreva ha collezionato 12 gol e 25 assist in 124 presenze con i nerazzurri tra il 2016 e il 2020. “Chicco” Bonazzoli, invece, è arrivato in massima serie partendo proprio dal vivaio interista. Da quel momento, 5 presenze e nessun gol negli anni in due stagioni prima di andare via in prestito. Altro prodotto del vivaio ancora di proprietà dell’Inter è Lorenzo Pirola. Il ragazzo bagnò il suo debutto contro la Spal sostituendo proprio Candreva. Il difensore ora indossa la maglia granata con il numero 98, grazie alla quale sta trovando sempre più spazio e minuti.

Guardando lo storico tra le due compagini, si contano sei precedenti tra le due squadre. I nerazzurri vantano quattro successi contro i due dei salernitani. Vividi nella mente dei tifosi sono i due match risalenti allo scorso campionato. A Milano il match finì con un perentorio 5-0 e a Salerno il risultato non variò. Quelle due prestazioni amare resero più complicata la missione salvezza.