Home Breaking news La Salernitana cala il tris, all’Arechi è 3-0

La Salernitana cala il tris, all’Arechi è 3-0

Sono le reti di Coulibaly, Kastanos e Candreva a regalare ai granata il primo successo all'Arechi nel 2023

323
0
Tempo di lettura: 3 minuti

SALERNITANA-MONZA 3-0

SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Gyomber (29’st Lovato), Daniliuc, Pirola; Sambia (19’st Mazzocchi), L.Coulibaly, Crnigoj (19’st Maggiore), Bradaric; Candreva (45’st Botheim), Kastanos (29’st Nicolussi); Piatek. A disposizione: Fiorillo, Sepe, Bohinen, Iervolino, Vilhena, Bonazzoli, Valencia, Dia. Allenatore: Paulo Sousa

MONZA (3-4-2-1): Cragno; Izzo, P. Marí (40’st Colpani), Caldirola (19’st Petagna); Ciurria, Pessina, Sensi (1’st Donati), C. Augusto; Caprari (29’st Ranocchia), Machin; Gytkjaer (1’st Mota). A disposizione: Di Gregorio, Sorrentino, Antov, Barberis, Colombo, Ferraris, Valoti, Carboni, D’Alessandro, Vignato. Allenatore: Palladino

ARBITRO: Marinelli di Tivoli – assistenti: Carbone e Giallatini. IV Uomo: Meraviglia. Var: Aureliano/Avar: Minelli.

RETI: 6’st Coulibaly (S), 21’st Kastanos, 27’st Candreva

NOTE. AMMONITI: Crnigoj (S), Caldirola (M), Pablo Marì (M), Kastanos (S), Donati (M). ESPULSI: Donati (M) RECUPERO: 7’pt, 4’st

La partita

Un tris per scacciare le paure e ritornare a sorridere tra le mura amiche, può essere sintetizzato così il pomeriggio dell’Arechi. Sono le reti di Coulibaly, Kastanos e Candreva a regalare ai granata il primo successo all’Arechi nel 2023 ed a Paulo Sousa la prima gioia alla guida del cavalluccio marino. Un 3-0 netto che non lascia spazio a repliche quello che l’ippocampo ha rifilato al Monza di Raffaele Palladino, con i brianzoli che vedono quindi cadere l’imbattibilità esterna nel nuovo anno contemporaneamente all’Inter.

Il primo tempo

La prima occasione è di marca biancorossa. Caprari riceve, al 9′, rientra e di destro prova a sorprendere Ochoa ma la sua conclusione termina al lato. La risposta dell’ippocampo arriva dopo soli sessanta secondi con Candreva che entra in area brianzola e cerca di piazzarla sul secondo palo, la conclusione si spegne sul fondo. Due minuti dopo (12′) ci riprova il Monza. Il solito Caprari sfonda sulla sinistra e mette in mezzo per capitan Pessina, Pirola mura ed evita guai. Colpo su colpo ed al 15′ occasionissima anche per la Salernitana. Lassana recupera palla dando avvio al contropiede campano per poi cedere a Crnigoj che mette dentro per l’accorrente Piatek, il tiro del polacco non inquadra lo specchio. Poco dopo (17′) è ancora l’ex Milan a sfiorare la rete. Sambia alza la testa e mette dentro per il numero 99 che di testa manda alto sulla traversa. Al 22′ ci riprovano i granata. Sambia mette il turbo sulla destra, scarica dentro per Candreva che calcia a botta sicura con la sola deviazione di Izzo a salvare il Monza. Dopo un lungo periodo di stop causa duro scontro tra tre calciatori brianzoli e Daniliuc, i biancorossi provano a mettere la freccia al 36′. Gyomber sorprende Lassana e regala palla a Sensi che viene messo a terra da Crnigoj, successivamente è lo stesso 12 ad incaricarsi della battuta del calcio di punizione che viene deviato dalla barriera. 40′ ed arriva il solito miracolo quotidiano di Ochoa. Caldirola dalla sinistra crossa dentro per Ciurria che con un colpo di testa a tu per tu con l’estremo difensore granata, vede quest’ultimo deviare la sfera con il piede. 50′ ancora Monza pericoloso prima con Caprari il cui tiro è deviato da Gyomber e poi con l’inserimento di Sensi con Ochoa bravo a respingere con i piedi il cross dell’ex Inter.

La seconda frazione

La prima occasione è quella giusta. 6′ e Lassana si inventa l’eurogol. Piatek allarga per Candreva che in area scarica per Coulibaly, il maliano con un gran tiro a giro beffa Cragno e fa 1-0 granata. All’11’ Ochoa compie il secondo miracolo quotidiano. Carlos Augusto lancia Mota in area, il 47 riesce- pur con la pressione di Pirola- a toccare ed indirizzare il pallone verso la porta dell’estremo difensore messicano che con un gran colpo di reni evita l’1-1. La Salernitana è cinica ed al 21′ raddoppia. Lassana lancia di prima Bradaric sulla sinistra, il croato mette dentro e la sfera- nonostante la deviazione di Pablo Marì- arriva a Kastanos che con un sinistro al volo batte Cragno. Sei minuti dopo (27′) l’ippocampo cala il tris. Piatek- dopo aver recuperato palla- calcia in porta dalla distanza e trova la risposta di Cragno, sulla ribattuta si avventa come un falco Candreva che fa 3-0. I brianzoli si fanno rivedere al 37′ con un timido tiro di Ranocchia che Ochoa blocca senza problemi. La risposta del cavalluccio marino arriva due giri di lancette dopo (39′) con Piatek che, dopo aver saltato Cragno, calcia alto.