Home Breaking news Primo clean sheet e 700 presenze con i club, la domenica di...

Primo clean sheet e 700 presenze con i club, la domenica di Ochoa

Il portiere messicano taglia un nuovo prestigioso traguardo nel giorno del suo primo clean sheet con il cavalluccio marino

669
0
Tempo di lettura: 2 minuti
SALMON 26 02 2023 17
SALMON 26 02 2023 17

Quota (sette)cento per Guillermo Ochoa. Un nuovo traguardo raggiunto per il portiere messicano che, contro il Monza, ha raggiunto la presenza numero 700 con maglie di club. Cinque le compagini della sua carriera prima della Salernitana (America, Ajaccio, Malaga, Granada e Standard Liegi), con le quali l’estremo difensore del Tricolor ha saputo ritagliarsi uno spazio da protagonista ed essere nella maggior parte dei casi il titolare.

Il primo clean sheet

Quella di ieri, per Ochoa, è stata la domenica del primo clean sheet in granata. Nelle precedenti sette partite con indosso la casacca del cavalluccio marino, il messicano aveva subito diciassette reti pur risultando nella maggior parte dei casi il migliore tra i suoi. Scelto dopo due match vissuti in panchina, l’ex Granada anche contro il Monza ha saputo prendersi la scena con un “miracolo quotidiano” per tempo. Il primo al 40′ con la parata di piede sul colpo di testa ravvicinato di Ciurria, poi al 56′ con un balzo felino che nega a Dany Mota la rete del pareggio dopo un morbido tocco sotto. Leader a tutto tondo, il messicano vede confermata la sua centralità dalle statistiche. 101 i passaggi completati per una percentuale pari al 51%, con i suoi compagni che spesso lasciano lui il compito di costruire l’azione dalle retrovie.

Instagram ed i suoi compagni

“Gran triunfo en casa” (Gran vittoria in casa), ha commentato così Ochoa il successo sui brianzoli su Instagram. A sottolineare l’ottima prestazione è stata anche la stessa Nazionale Messicana che mediante il suo profilo ufficiale ha “applaudito” il proprio capitano, proprio come fatto anche dai compagni di squadra. Valencia e Bronn, ad esempio, lo hanno definito un “mostro”, Piatek un fenomeno, Troost Ekong il “boss”. La settimana appena conclusa, per quanto riguarda le questioni extra campo, è stata anche quella del lancio del suo marchio di vini già in commercio in USA e Messico ed in arrivo anche nel resto del mondo. All’orizzonte la gara contro la Sampdoria, per la quale Ochoa proverà ancora una volta a conquistare una maglia dal primo minuto.