Home Editoriale La moviola di Salernitana Bologna

La moviola di Salernitana Bologna

Nel match dell'Arechi, le squadre se la giocano a viso aperto: Pairetto, con atteggiamento superficiale e spocchioso, scontenta tutti!

728
0
IMG 20210814 WA0027
IMG 20210814 WA0027
Tempo di lettura: 2 minuti

La ventisettesima giornata del campionato di massima serie ha visto affrontarsi Salernitana e Bologna: la sfida è terminata con un emozionante due a due, risultato tutto sommato giusto per quanto si è visto in campo.

Team arbitrale composto da: Luca Pairetto di Torino coadiuvato dagli assistenti Di Iorio e Rossi; quarto ufficiale Cosso, al Var Valeri e Piccinini.

Passiamo alla moviola

Al 20′ Lassana (S) crossa al centro con il pallone che impatta sul braccio destro di Cambiaso (B) posizionato all’interno dell’area di rigore: Pairetto lascia proseguire il gioco. Decisione corretta, braccio in posizione naturale, mai punibile.

Al 40′ Bradaric (S) e Ferguson (B) entrano in contatto in area di rigore locale: per Pairetto è tutto regolare, nonostante le proteste dei calciatori bolognesi e del loro allenatore. In questa fattispecie, il Var è tagliato fuori in quanto va stabilità l’entità del contatto (spinte o trattenute). Resta un episodio dubbio.

Al 76′ Soumaoro (B) commette fallo su Piatek (S) con Pairetto che decreta un calcio di punizione diretto a favore della Salernitana: fischio affrettato in quanto Dia (S), sopraggiunto dalle retrovie, ha l’opportunità di proseguire un’azione potenzialmente pericolosa. Sarebbe stato giusto applicare la norma del vantaggio.

Al 92′ Lykogiannis (B) interviene in netto ritardo su Sambia (S): Pairetto assegna la punizione a favore dei granata, ma non ammonisce il difendente ospite. Errore abbastanza grossolano in quanto il calciatore greco doveva essere ammonito per imprudenza.

In conclusione, è da ritenersi ampiamente insufficiente la direzione di gara dell’arbitro torinese: confusionaria la gestione tecnica, pessima quella disciplinare (mancano almeno un paio di ammonizioni a carico degli ospiti). Sufficiente la prova dei due assistenti, poco lavoro per Valeri e Piccinini al Var.

Articolo precedenteTop 11, giornata 27: maglia da titolare anche per un dioscuro di Sousa
Articolo successivoL’urlo dei due Derby
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]