Home Editoriale Guy Chiappaventi a Salerno il 31 marzo per Tango

Guy Chiappaventi a Salerno il 31 marzo per Tango

A “Tango” Guy Chiappaventi racconta la storia de “La scomparsa del calciatore militante. Appuntamento il 31 marzo al complesso San Michele. Mostra sulle maglie di calcio

782
0
Programa Tango dal 22 marzo al 6 aprile
Programa Tango dal 22 marzo al 6 aprile
Tempo di lettura: 2 minuti

La storia di Maurizio Montesi, narrata nel libro “La scomparsa del calciatore militante” di Guy Chiappaventi, è un racconto di vita straordinario e complesso, che racconta la breve ma intensa carriera di un giocatore di calcio che ha fatto parlare molto di sé in serie A e B negli anni ‘80.
Montesi non era solo un calciatore, ma anche un militante politico di Lotta Continua. Questa posizione lo portava ad avere una visione del calcio diversa da quella degli altri giocatori. Era allergico alle gerarchie dello spogliatoio e si scontrava spesso con i compagni di squadra.
Dopo una breve parentesi al Sud, Montesi torna a Roma e diventa il testimone chiave nel più grande scandalo del calcio italiano, il calcioscommesse. Ma la sua testimonianza non convince del tutto e resta il dubbio che abbia raccontato tutta la verità.


La carriera di Montesi viene bruscamente interrotta a causa di due infortuni al ginocchio. Si ritrova così ad avere problemi economici e a dover fare i conti con la sua dipendenza dalla droga. Finisce per diventare un trafficante di hashish e, dopo aver importato quattro tonnellate di droga dal Marocco, viene arrestato. La sua pilotina affonda con il carico, ma Montesi riesce a fuggire. Da allora in poi, scompare nel nulla.
La storia di Maurizio Montesi è stata raccontata da Guy Chiappaventi nel libro “La scomparsa del calciatore militante”, che verrà presentato, nell’ambito della rassegna Tango, in un evento a Salerno dal titolo “Oltre il campo di calcio”, moderato da Marco Toriello. L’autore ha già scritto diversi libri, tra cui “Pistole e palloni”, “Aveva un volto bianco e tirato. Il caso Re Cecconi”, “Mare fermo” e “Laziali bastardi”.
L’evento sarà accompagnato da una mostra curata dall’Associazione 19 Giugno 1919 dal titolo “Maglia. Dal 1919 ad Ago”, che ripercorre la storia delle maglie delle squadre di calcio.

Martedì 4 aprile evento su “Calcio ed economia”, moderato da Michele Spiezia, con Marco Bellinazzo e il suo libro “Le nuove guerre del calcio”. Il tema della mostra sarà “Maglie. Nuova era”.

Giovedì 6 aprile al Centro Sociale di Salerno è in programma l’evento speciale “I giovani e lo sport”, organizzato in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano, che vedrà i calciatori della U.S. Salernitana 1919 incontrare gli atleti delle scuole calcio.

Articolo precedenteL’Arechi si prepara ad ospitare la finale di Coppa Italia Primavera
Articolo successivoKiyine, ex calciatore granata, vittima di un grave incidente
Nato nel 1964, professione ortopedico. Curioso ma pigro. Ama svisceratamente Salerno e la Salernitana. Come sempre accade quando un amore è passionale, è sempre piuttosto critico nei confronti di entrambe.