Home Editoriale La moviola di Salernitana Udinese

La moviola di Salernitana Udinese

416
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La trentasettesima giornata del campionato di massima serie ha visto affrontarsi Salernitana e Udinese: quella che alla vigilia doveva essere una partita senza troppo mordente, ha riservato tante emozioni agli oltre ventiseimila dell’Arechi. Ad avere la meglio sono stati gli uomini di mister Sousa, autori di una magnifica rimonta, perfezionata con la rete di Ekong all’ultimo minuto. Tre a due finale, squadra e tifosi in visibilio.

Team arbitrale: Niccolò Baroni di Firenze coadiuvato da Marchi e Vigile; quarto ufficiale Cosso, al Var Di Martino e Muto.

Passiamo alla moviola

Al 4′ Zeegelaar (U) interviene in netto ritardo su Kastanos (S): Baroni, molto vicino all’azione, assegna un calcio di punizione diretto a favore dei locali ed ammonisce il difendente friulano per imprudenza. Molto bene!

Al 43′ Kastanos (S) realizza una splendida rete con un preciso sinistro dalla distanza. Nell’occasione, Silvestri (U) protesta con veemenza verso pubblico, avversari ed arbitro in quanto la Salernitana ha proseguito nella sua sortita offensiva, nonostante un calciatore bianconero a terra. Dal momento in cui Baroni non ravvisa alcuna infrazione, è giusto lasciar proseguire. Ricordiamo che l’arbitro è tenuto ad interrompere il gioco solo in presenza di colpi alla testa e/o infortuni evidenti che mettono a rischio l’incolumità del calciatore. Pertanto, proteste pretestuose quelle del portiere ospite. Piccola tirata d’orecchie al fischietto toscano, che avrebbe dovuto ammonire Silvestri per comportamento antisportivo.

Al 87′ Zeegelaar (U) – già ammonito – trattiene vistosamente il neo entrato Iervolino (S) interrompendo una pericolosa azione offensiva: anche in questa circostanza, Baroni – molto vicino all’azione – assegna un calcio di punizione diretto a favore della Salernitana ed estrae il secondo giallo ai danni del calciatore friulano. Decisione ineccepibile!

In conclusione, è assolutamente positiva la prestazione dell’arbitro toscano, sia dal punto di vista tecnico che disciplinare. Bene anche i due assistenti; inoperosi Di Martino e Muto.

Articolo precedenteEcco la nostra Top 11 della penultima giornata di serie A
Articolo successivoTutto quasi in ghiaccio
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]