Home Editoriale Paulo Sousa: “Obiettivo Salernitana, mantenere i giocatori chiave per il successo”

Paulo Sousa: “Obiettivo Salernitana, mantenere i giocatori chiave per il successo”

Paulo Sousa sulla conservazione dei giocatori chiave, l'importanza dei tifosi e la visione di calcio alla Salernitana.

1471
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Paulo Sousa ha tenuto una conferenza stampa dopo l’ultimo allenamento stagionale della Salernitana in vista della partita contro la Cremonese. Potrebbe dare spazio alle seconde linee ed ai giovani per il match conclusivo del torneo. Alcuni giocatori saranno assenti a causa di squalifiche e infortuni.

Durante una cena con il presidente, Sousa ha affermato: «Sono convinto che il nostro successo dipenda dalla conservazione dei giocatori chiave che possono soddisfare le esigenze della squadra. È fondamentale mantenere stabilità nel nostro gruppo. Inoltre, è importante considerare che le decisioni di mercato e gli investimenti dipendono dalle possibilità finanziarie offerte dal presidente e dal direttore ».

Sui tifosi Sousa ha affermato: «I nostri tifosi sono di fondamentale importanza e non possiamo deluderli nella fase conclusiva della stagione. Sono profondamente colpito dalla dedizione dei sostenitori della Salernitana, che rimangono fedeli nonostante i cambiamenti di proprietà, dirigenti e giocatori. La loro influenza positiva e la loro energia sono incredibili. È essenziale che mostriamo la giusta mentalità in campo, anche nelle partite che potrebbero sembrare meno significative. Dobbiamo dare il massimo per onorare il loro sostegno».

«Mi tengo costantemente in contatto con il presidente per discutere delle mie esperienze nel calcio internazionale e fornire il mio feedback. Sono profondamente preoccupato per la necessità di un settore giovanile solido. Le infrastrutture attuali e la mancanza di risorse umane adeguate per lo sviluppo dei giovani giocatori sono fonte di preoccupazione. Se mi sarà data l’opportunità, sono disposto a contribuire e migliorare questa situazione».

«Ho deciso di far giocare il portiere Fiorillo contro l’Udinese per mostrare il mio apprezzamento per il suo impegno e il suo contributo alla squadra. Credo fermamente in Fiorillo e so di poter contare su di lui in qualsiasi momento. Purtroppo, devo confermare che non sarà disponibile per la partita contro la Cremonese a causa di un piccolo infortunio.»

«Sono profondamente grato ai miei giocatori per il loro impegno e per la dedizione con cui hanno abbracciato il mio approccio. Sono davvero orgoglioso del gruppo e mi sento onorato del sostegno che i nostri tifosi ci hanno dimostrato. Voglio ribadire il mio impegno nel lavorare duramente per rendere orgogliosi i nostri sostenitori in ogni partita, sia quando vinceremo che quando perderemo. Sono consapevole che la tifoseria gioca un ruolo fondamentale per il nostro club, ed è un aspetto che non prenderò mai sottogamba.»

«Quando si tratta della convergenza tra la mia visione di calcio e quella del presidente, devo ammettere che al momento la Salernitana non può offrire l’idea di gioco che vorrei vedere. Tuttavia, sono estremamente soddisfatto del lavoro svolto con i miei giocatori e della loro crescita all’interno del nostro modello di gioco comune. Per raggiungere il successo, il club ha bisogno di stabilità e di mantenere i giocatori che possono competere al massimo livello. Quanto al resto, dipenderà dalle risorse finanziarie messe a disposizione dal presidente e dalla capacità del direttore sportivo di effettuare gli acquisti necessari per migliorare la squadra.»