Home Editoriale La moviola di Salernitana Udinese

La moviola di Salernitana Udinese

All'Arechi di Salerno, termina in parità: Massa, prestazione senza infamia e senza lode!

576
0
A cura di Luca D'Urso
A cura di Luca D'Urso
Tempo di lettura: < 1 minuto

La seconda giornata del campionato di massima serie ha messo difronte Salernitana e Udinese: nel posticipo giocatosi ieri pomeriggio all’Arechi, nessuna delle due squadre è riuscita a portare a casa l’intera posta in palio. Un pareggio, con una rete per parte, tutto sommato giusto per quanto visto in campo nell’arco dei novanta minuti.

Team arbitrale composto da: Davide Massa di Imperia coadiuvato dagli assistenti Tolfo e Fontemurato; quarto ufficiale Marchetti, al Var Chiffi e Di Martino.

Davide Massa di Imperia

Passiamo alla moviola

Per quanto riguarda l’analisi arbitrale, la sfida tra Salernitana e Udinese non presenta episodi controversi; il direttore di gara ligure ha alternato cose buone – vedi la gestione disciplinare – ad altre meno – vedi qualche fischio furbescamente “scolastico” negli istanti finali del match. Massa ha estratto otto cartellini gialli, equamente divisi tra le due squadre; delle otto ammonizioni, probabilmente, solo quella comminata a Pirola nel corso della ripresa, risulta leggermente severa. Per il resto, una direzione di gara sufficiente, che non ha espresso né criticità rilevanti, né aspetti da elogiare.

Attento e preciso l’assistente numero uno Tolfo, meno reattivo, invece, Fontemurato fattosi trovare impreparato in più di una segnalazione, soprattutto riguardo alle riprese di gioco. Dettagli, ci mancherebbe, considerando che entrambi hanno ben collaborato con l’arbitro centrale. Inoperosi, in sala Var, Chiffi e Di Martino.

Articolo precedenteSeconda giornata di Serie A: resoconto e protagonisti
Articolo successivoLoum Tchaouna alla Salernitana, si intensificano i rumors
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]