Home Editoriale Verso Salernitana-Bologna: le ultime in casa granata e rossoblù

Verso Salernitana-Bologna: le ultime in casa granata e rossoblù

Le ultime in casa granata e rossoblù in vista del match di domenica.

396
0
SALBOL 19 03 2023 10
SALBOL 19 03 2023 10
Tempo di lettura: < 1 minuto

Altra settimana, altra rivoluzione in arrivo nello schieramento di Filippo Inzaghi, desideroso di archiviare quanto prima la terribile sconfitta arrivata al Franchi di Firenze.

Per il match contro il Bologna, l’ex allenatore proprio dei rossoblù è pronto a passare al 3-5-2, con un Candreva in un ruolo inedito da mezz’ala. Molto dipenderà dagli interpreti scelti in attacco dal tecnico piacentino: è pronto a riprendersi una maglia da titolare Boulaye Dia, rimasto in panchina nel primo tempo a Firenze. Insieme a lui, se a partire dovesse essere Tchaouna, allora lo schieramento difensivo sarebbe probabilmente a quattro con quindi Ikwuemesi a prendere l’ultima maglia a disposizione nello schieramento offensivo del 4-2-3-1 di Inzaghi. In caso contrario, nel 3-5-2 potrebbero partire insieme Dia e Ikwemesi, andando a formare una coppia quasi inedita.

In difesa, dopo i tentennamenti di Firenze, possibile turno di riposo per Fazio, al cui posto tornerà Gyomber al fianco di Pirola e Daniliuc. Per quanto riguarda l’austriaco resta da capire quale sarà il suo ruolo, se quello di terzino in uno schieramento a quattro o di braccetto nel trio difensivo di Filippo Inzaghi. A centrocampo non dovrebbero esserci modifiche, con Bohinen e Coulibaly confermati. In porta, infine, continua il lavoro di recupero di Guillermo Ochoa, che punta ad esserci contro l’Atalanta.

Dall’altra parte, il Bologna ha una lunga serie di indisponibili, a partire da uno dei suoi top player, Riccardo Orsolini. Insieme a lui, non saranno della sfida a Salerno anche Bonifazi, Soumaoro, De Silvestri, El Azzouzi, Corazza e Karlsson. Tante assenze che però non cambiano la filosofia di gioco di Thiago Motta, che punta ad avere il pallino della partita, mettendo in difficoltà l’avversario con la sua grande qualità.