Home News Salernitana-Juventus: la cronaca di Affannati Mentali

Salernitana-Juventus: la cronaca di Affannati Mentali

Riviviamo la gara dell'Arechi attraverso il racconto satirico del match.

396
0
Salernitana-Juventus: cronaca affannata | Affannati Mentali
salernitana juventus cronaca affannata affannati mentali
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ci abbiamo creduto, ci abbiamo sperato. Non abbiamo avuto il giusto “horto Ikwue-muso”. Salernitana beffata dalla Vecchia Signora. Queste le azioni salienti.

INIZIO PRIMO TEMPO

Fasi transitorie della partita, la Salernitana copre bene gli spazi mentre la Vecchia Befana non riesce a proporre il suo tipico gioco, che è più o meno “ne facciamo uno e poi non si gioca più”.
39° GOL SALERNITANA. MAGGIORE
Il centrocampista ligure raccoglie un pallone ai limiti dell’area di rigore e di sinistro infila Szczęsny (sì, ho fatto copia e incolla da Wikipedia…). Maggiore sta crescendo di partita in partita. È lui la sorpresa positiva di questo periodo. Zittite le critiche.

INIZIO SECONDO TEMPO

53° Espulso Maggiore. Li mortacci miei e di quando non mi sto zitto. Il Divo Giulio ferma un’azione pericolosa di Rabiot al limite dell’area spendendo (male) il secondo cartellino. Beh, se non altro ha giocato più di 4 minuti.
65° GOL JUVENTUS. ILING-JUNIOR (sì, anche qua CTRL+C e CTRL+V)
Palla vagante nell’aria di rigore, Vlahovic stecca, il paziente inglese si trova lì per caso e scarica con rabbia sotto la traversa. Lui è arrabbiato… Lui…
72° Occasione Simy! Centravanti nigeriano a metà prezzo per i saldi. Buono nei movimenti, un po’ meno a fare gol da due metri.
91° GOL JUVENTUS. VLAHOVIC
L’inculatura era nell’aria. Non la pioggia, l’inculatura. Ikwuemesi troppo tenero su un pallone in uscita, Danilo lo taglia con un grissino, cross preciso e in area c’è una brutta sorpresa in Serbo per Costil. Dopo il gol, Vlahovic si erge sotto la curva nord a prendersi gli “Effess e che Cerz!” dei suoi tifosi.

FINISCE QUI
SALERNITANA JUVENTUS 1 2

Troppo carbone nella calza.
Meritavamo almeno qualche dolcetto.
In fondo, siamo stati buoni.

Articolo precedenteLa gara quasi perfetta. L’inferiorità numerica e la stanchezza minano la cura del dettaglio
Articolo successivoUn mercato difficile
Anche meglio del pallone vero... La Salernitana come non l'avete mai vista.