Home Editoriale Dall’Adriatico al Tirreno un mare di solidarietà per chi è stato punito...

Dall’Adriatico al Tirreno un mare di solidarietà per chi è stato punito con eccessiva severità.

187
0

Dalla regione Puglia, emergono sentimenti autentici nei riguardi della compagine Campana, indispensabili nei momenti di difficoltà. Ecco che il gemellaggio tra il Monopoli e la Salernitana si fa sentire, o meglio, si fa vedere sulle pareti della città Pugliese con uno striscione che recita così: “VICINO AI DIFFIDATI… LIBERATE LA SALERNITANA! (curva nord, Monopoli)”.

Parole scritte in riferimento ad un provvedimento eccessivo, quello giunto ai danni dei supporters granata pochi giorni addietro. Parliamo dell’applicazione del DASPO, noto provvedimento per combattere la VIOLENZA negli stadi che, è stato diramato ai danni di alcune categorie fedeli al cavalluccio.

Ma quale sopruso o irreparabile irregolarità avranno mai commesso i tifosi della Salernitana?? Forse, definibili rei di nutrire troppo amore nei confronti della propria squadra? Il loro agire è avvenuto senza danneggiare nessuno, né moralmente né fisicamente, attuando modalità lecite e simpatiche, per rispolverare la dignità della squadra dell’ippocampo, troppe volte, calpestata da una società anaffettiva ed indifferente alla piazza di Salerno.

In conclusione, ribadiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà nei riguardi di coloro che, a vario titolo, sono stati colpiti da tale decisione ed un grazie agli ultrà del Monopoli.

Monopoli
Articolo precedenteSalernitana, un tesserato positivo al tampone: la nota ufficiale del club
Articolo successivoUFFICIALE: Salernitana, ceduto Orlando alla Juve Stabia
Ciao a tutti e ben trovati! Sono Raffaella Palumbo, ho 29 anni e sono natia della bella città di Salerno. Da ormai diversi anni sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova, per varie motivazioni. Sono una ragazza molto solare, amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente, sono prima di tutto la mamma di Martina, una splendida bambina ci quasi 10 anni, pratico la professione di insegnante, sono pallavolista dall'età adolescenziale e ho una smisurata passione per la mia squadra del cuore: La Salernitana. Tra i miei principali hobby, rientrano: il giornalismo, andare in bicicletta, il calisthenics e la musica, credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri.