Home News Tutino e Kupisz straripanti, Belec provvidenziale ed assist man

Tutino e Kupisz straripanti, Belec provvidenziale ed assist man

262
0

BELEC 8.5: splendida la risposta sul potentissimo tiro di Gucher, prima di vestire i panni di assist man per il gol di Tutino. Concentrato anche nella gestione di un paio di palloni potenzialmente pericolosi. Decisivo ad inizio ripresa su un angolato colpo di testa di Marconi.

CASASOLA 6.5: in avvio commette un’incertezza che offre a Marconi la possibilità di calciare in porta, si riscatta poco dopo con un paio di precisi traversoni che non trovano pronto Djuric nella finalizzazione. Attento nel presidio della sua zona sui calci da fermo e nelle diagonali difensive, potrebbe calciare meglio sull’assist involontario di Djuric. Spinge con pericolosità nella seconda parte del match e dal suo piede parte il cross da cui scaturisce il raddoppio di Kupisz. Distratto e fuori posizione nell’esecuzione di una diagonale a pochi minuti dal finale di gara. Prova nel finale a sorprendere Perilli con un tiro cross simile a quello che gli fruttò il gol contro la Reggina.

AYA 6: perde due volte Marconi sui palloni alti nelle prime battute di gioco, ancora qualche incertezza sulle palle inattive, poi termina il primo tempo con discreta tranquillità. Ancora fuori posizione in avvio di secondo tempo sullo stacco aereo del centravanti pisano. Cresce notevolmente nell’ultima parte di gara e non sbaglia più niente 

GYOMBER 6: sembra perennemente in difficoltà fisica, quasi caracollante, ma dalle sue parti errori particolari non si registrano. Con Aya non è irreprensibile nella marcatura di Marconi che sfiora il gol con una deviazione aerea, poi ritorna ad essere concentrato e solido, prima dell’ingenuità che regala il rigore al Pisa a risultato ormai acquisito. 

LOPEZ 5,5: ottimo un tracciante a pescare l’intelligente movimento laterale di Tutino, però anche tanta confusione nella tempistica e nella pulizia delle giocate difensive. Nel secondo tempo sale di tono e gioca una partita attenta, anche se manifesta altra leggerezza in occasione dell’azione da cui nasce il rigore pisano.

LOMBARDI 5: nelle prime battute non riesce a tenere le percussioni di Lisi ed è confusionario in fase di rimessa, poi regge meglio ma continua a latitare in fase di ripartenza. 46’KUPISZ 8,5: dinamismo e contributo fondamentale in entrambe le fasi di gioco, con un opportunismo da lupo d’area nobilitato da una doppietta di ottima fattura.

CAPEZZI 6: grintoso e disciplinato, ma inizialmente risulta impreciso nei passaggi ed anche in occasione di un tiro da buona posizione su assist di Tutino; importante quando sporca con una deviazione un potenziale tiro pisano da posizione favorevole, abile ad inserirsi nel cuore della difesa pisana, prezioso su alcuni raddoppi di marcatura. (46′ SCHIAVONE 6.5): soldatino disciplinato, spedito in campo da Castori per far legna ed ordine. Suo il recupero di palla che precede il preciso assist che consente a Tutino di realizzare la sua seconda rete di giornata.

DI TACCHIO 5,5: soffre la vivacità di Gucher, commette qualche fallo di troppo, quasi assente in fase di costruzione, ma mette una pezza provvidenziale su uno svarione di Lopez. Distratto nei primi minuti del secondo tempo quando si fa rubare un paio di sanguinosi palloni dagli avversari, poi conclude serenamente il match grazie al largo vantaggio della squadra

CICERELLI 6: i suoi spunti iniziali consentono alla squadra di spezzare il possesso palla toscano, poi si vede a sprazzi e non manifesta particolare vivacità. Secondo tempo con qualche accelerata in più ed una discreta disponibilità a sacrificarsi in fase passiva. 78′ ANTONUCCI s.v.

TUTINO 9: cincischia con i primi due palloni giocabili, poi è ottimo il suo movimento ad attaccare la fascia sinistra dal quale scaturisce il pronto assist non sfruttato da Capezzi. Glaciale nel capitalizzare l’errore della retroguardia pisana in occasione della sua prima rete di giornata. Da una giocata di grande qualità nasce il raddoppio di Kupisz. Chirurgico, infine, il diagonale che gli regala la prima doppietta stagionale. 78′ A.ANDERSON s.v.

DJURIC 5.5: potrebbe fare meglio su due suggerimenti di Casasola, ma il sacrificio in fase passiva (ottimo pallone recuperato nei pressi dell’area granata) gli toglie la lucidità necessaria al momento della finalizzazione. Secondo tempo sulla falsariga del primo, tanta legna e scarsa incisività in area avversaria 85′ GIANNETTI s.v.

ALL.CASTORI 7: la squadra vista in campo è la perfetta sintesi della sua mentalità: possesso palla agli avversari e ripartenze in grado di valorizzare le doti tecniche dei singoli. Risultato generoso, ma il suo calcio è sempre stato redditizio.