Home News Ascoli, Bertotto: “Non si è potuto giocare a calcio. Rigore? Le immagini...

Ascoli, Bertotto: “Non si è potuto giocare a calcio. Rigore? Le immagini parlano chiaro”

Le dichiarazioni a fine gara del tecnico dell'Ascoli Valerio Bertotto attraverso il sito ufficiale del club bianconero

1236
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Al termine della gara persa dalla sua squadra per 1-0 contro la Salernitana all’Arechi, Il tecnico dell’Ascoli Valerio Bertotto ha parlato attraverso il sito ufficiale del club bianconero:

«E’ stato palese che questa era una gara in cui non era possibile giocare a calcio, a causa delle condizioni del terreno di gioco. Eppure i ragazzi si sono adattati bene, puntando su duelli, contrasti e agonismo. Sotto questo aspetto sono stati bravi davvero e per questo a fine partita ho ribadito loro i miei complimenti per la capacità totale che hanno mostrato di adattarsi a una idea di gioco che non è la nostra. Oggi non si è potuto giocare a calcio, le condizioni del terreno sono cambiate radicalmente già a metà primo tempo, quindi si sono viste palle più lunghe, qualche rimpallo, giusto o sballato, e tanto agonismo. Nel secondo tempo ci siamo adattati alla situazione, la pioggia era incessante e il campo pesante, ho cambiato assetto per sfruttare situazioni che potevano diventare vantaggi, tutto va preparato e ribaltato come la lettura della partita deve prevedere. Oggi non si può parlare di calcio, ma di gara fisica.»

Sull’episodio del presunto rigore: «Non mi piace commentare episodi talmente evidenti perché sarei stucchevole, lasciamo che parlino le immagini e chi di dovere.»

Articolo precedenteSalernitana – Ascoli: le pagelle
Articolo successivoProssimo avversario: la Samp asfalta l’Atalanta. Ampio turnover contro la Salernitana
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.