Home News I MICROFONI DI DAZN INCONTRANO L’AUTORE DEL TERZO GOL: BIRKIR BJARNASON.

I MICROFONI DI DAZN INCONTRANO L’AUTORE DEL TERZO GOL: BIRKIR BJARNASON.

Il realizzatore del terzo gol ai danni della Salernitana, rilascia le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN, entusiasta della prestazione personale e del risultato ottenuto contro la capolista.

598
0
Tempo di lettura: 2 minuti
BIRKIR BJARNASON

Arriva il secondo stop in campionato per la squadra di Mister Castori. Allo stadio Mario Rigamonti di Brescia comincia decisamente male la gara per la Bersagliera.

Doppio vantaggio dei lombardi poco dopo il 20° minuto di gioco. Solo allo scadere dei  primi 45 minuti Tutino accorcia le distanze dal dischetto, per ridare ossigeno alla propria squadra. Purtroppo per i granata la possibilità di rimettere in parità la situazione sfuma definitivamente quando al 76°il centrocampista Bjarnason – soprannominato “IL VICHINGO” – sigla il terzo gol che mette in sicurezza l’intera posta in palio per il nuovo tecnico Dionigi ed il resto del team. Il volo delle rondinelle frena momentaneamente l’avanzata della Salernitana.

Proprio Birkir Bjarnason, – calciatore di origini islandesi, uomo combattivo e di grande resistenza, autore del terzo sigillo – dopo il triplice fischio, rilascia una dichiarazione ai microfoni di DAZN:

Ho tanta voglia di riscattarmi, soprattutto dopo l’immeritata espulsione di Frosinone. Con il nuovo mister, nonostante si stia assieme da soli due giorni, è nata immediatamente molta intesa. Con grinta e voglia di fare, ci ha trasmesso da subito le sue idee e la sua impostazione di gioco. Personalmente ho tanta voglia di giocare, vorrei essere impiegato in campo più di quanto non sia stato fatto fino ad ora. La forma fisica non mi manca. Il risultato di oggi contro la capolista è molto importante, partita dopo partita cercheremo di fare del nostro meglio, siamo una squadra che può puntare in alto”.

Articolo precedenteBelec, frittata finale e tre gol sul groppone: il portiere è simbolo della caduta dei granata
Articolo successivoL’Empoli tallona la Salernitana in vetta. I toscani battono 5-2 l’Entella. Toscani ad un punto dai granata
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!