Home News Salernitana-Lecce, Castori convoca 25 giocatori: ritorno al 4-4-2, poco spazio al turnover

Salernitana-Lecce, Castori convoca 25 giocatori: ritorno al 4-4-2, poco spazio al turnover

Il tecnico è orientato a rispolverare il sistema di gioco di fiducia. Tre i calciatori recuperati, soltanto quattro i probabili cambi

696
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Poco più di ventiquattro ore separano la Salernitana dalla sfida contro il temibile Lecce di Eugenio Corini. Una sfida impegnativa e stimolante per i granata, che arriveranno all’impegno contro i salentini – in programma domani sera alle 21:00 – con voglia di riscatto dopo la sconfitta rimediata a Brescia. Per il match contro i giallorossi del grande ex Massimo Coda, la Salernitana – che nel pomeriggio ha sostenuto la propria seduta di rifinitura – potrebbe cambiare assetto tattico rispetto alle ultime uscite e tornare al passato: l’emergenza in mediana e le tante gare ravvicinate dovrebbero infatti spingere Castori a rispolverare il fedele 4-4-2, abbandonato nelle ultime uscite in favore del 3-4-1-2.

Qualche cambio verrà operato anche per quanto concerne gli uomini: non potrebbe essere altrimenti, dato che venerdì si tornerà già in campo contro il Frosinone e lunedì prossimo all’Arechi arriverà l’Entella. Davanti a Belec, nel quartetto difensivo ritroveranno spazio Mantovani e Lopez: il centrale scuola Toro è stato preservato nella sfida di sabato e tornerà titolare dopo le ottime apparizioni contro Cosenza e Cittadella, mentre l’uruguagio – che ha smaltito il problema alla caviglia e ha riassaggiato il campo sabato – riprenderà a presidiare la corsia mancina. A completare la difesa Gyomber e Casasola, chiamati agli straordinari: Veseli e Karo tornano tra i convocati (l’albanese dopo l’infortunio e il cipriota dopo il tormento Covid), ma difficilmente troveranno spazio dal primo minuto.

Situazione complicata in mediana, dove lo squalificato Di Tacchio lascia un vuoto non così banale da riempire: Castori recupera finalmente Schiavone, ma rilanciare da subito l’ex Bari – che non gioca titolare da oltre un mese, precisamente dalla gara persa a Ferrara contro la Spal – potrebbe comportare più di qualche rischio alla distanza. Qualora il numero 8 granata trovasse spazio dall’inizio, per l’altro posto resterebbe in pole Capezzi, favorito su un Dziczek piuttosto appannato nelle ultime uscite. Ad ogni modo, il polacco resta comunque in lizza per una conferma da titolare, nel caso in cui Schiavone non parta dall’inizio. Novità sicure anche sulle corsie laterali, dove a sinistra André Anderson parte in vantaggio su un Cicerelli apparso poco ispirato a Brescia. A destra, invece, toccherà ancora allo stakanovista Kupisz, vista l’indisponibilità di Lombardi: l’ex Lazio resta nuovamente ai box al pari di Micai.

In avanti, pochi dubbi: straordinari praticamente certi anche per l’insostituibile Tutino, mentre Djuric è uscito affaticato dalla sfida del Rigamonti ma difficilmente sarà preservato da Castori, vista la qualità e la forza dell’avversario di turno. In caso di esclusione a sorpresa, Gondo e Giannetti resterebbero i candidati in lizza per sostituire l’ariete di Tuzla.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Gyomber, Mantovani, Lopez; Kupisz, Schiavone (Dziczek), Capezzi, Anderson; Tutino, Djuric.

Questo l’elenco dei convocati:

PORTIERI: Adamonis, Belec, Guerrieri;

DIFENSORI: Aya, Baraye, Bogdan, Casasola, Gyomber, Karo, Lopez, Mantovani, Veseli;

CENTROCAMPISTI: Capezzi, Dziczek, Iannoni, Kupisz, Schiavone;

ATTACCANTI: Anderson, Antonucci, Barone, Cicerelli, Djuric, Giannetti, Gondo, Tutino.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.