Home News Salernitana, in arrivo Coulibaly. Casting per la corsia mancina, lavori in uscita

Salernitana, in arrivo Coulibaly. Casting per la corsia mancina, lavori in uscita

Nelle prossime 48 ore la possibile ufficialità del centrocampista senegalese. Di Gaudio la pista offensiva più percorribile

1135
0
VERONA, ITALY - SEPTEMBER 27: Mamadou Coulibaly of Udinese Calcio in action during the Serie A match between Hellas Verona FC and Udinese Calcio at Stadio Marcantonio Bentegodi on September 27, 2020 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images). Fonte: Mondoudinese.it
Tempo di lettura: 3 minuti

Piccola consolazione in arrivo dal mercato per Fabrizio Castori dopo la doppia sconfitta contro Monza e Pordenone: è ormai in dirittura d’arrivo, infatti, il passaggio in granata di Mamadou Coulibaly. Il centrocampista classe ’99 dell’Udinese si trasferirà alla Salernitana in prestito con diritto di riscatto e controriscatto in favore del club friulano, divenendo quindi il primo rinforzo in casa granata nel mercato di gennaio. Trattativa in chiusura tra oggi e domani, nelle prossime 48 ore la società di via Allende dovrebbe annunciare l’ufficialità dell’operazione. Il centrocampista senegalese, peraltro, potrebbe avere chance di minutaggio già in quel di Empoli alla ripresa delle ostilità – a dispetto di una condizione fisica ancora da ritrovare -, viste le squalifiche di Capezzi e Di Tacchio.

Il centrocampo, però, non è l’unico reparto in cui occorrono rinforzi. La Salernitana continua ad inseguire profili per la corsia mancina, dove occorre un calciatore in grado di garantire alternanza con Lopez. Keita è stato bocciato dal tecnico dopo il periodo di prova, mentre per Pajac il cammino è attualmente in salita: il laterale di proprietà del Cagliari percepisce un ingaggio fuori dalla portata della Salernitana (oltre 500 mila euro), e su di lui è forte anche l’interesse dell’Auxerre. Possibile un nuovo affondo anche per Buongiorno, ma il giovane centrale di proprietà del Torino – adattabile come terzino sinistro e già cercato in estate – sta trovando spazio da titolare agli ordini di mister Giampaolo. La Salernitana segue anche Daniele Liotti, classe ’94 della Reggina autore di un buon inizio di stagione, mentre resta sullo sfondo la pazza idea di un ritorno in granata di Luigi Vitale: il terzino stabiese, protagonista di un addio al veleno due anni fa, è attualmente fuori lista all’Hellas Verona ed in uscita dal club scaligero.

Condizione analoga anche per Karim Laribi e Antonio Di Gaudio, due profili potenzialmente validi per la Salernitana: il trentunenne palermitano, soprattutto, resta tra i nomi più caldi per rinforzare l’attacco di Castori. Nel reparto offensivo resta vivo l’interesse per Pettinari, pupillo di Castori già cercato in estate e chiuso da uno scarso minutaggio a Lecce: il club salentino, però, difficilmente lascerà andare l’attaccante romano andando a rinforzare una diretta concorrente. L’ex Trapani è peraltro inseguito anche dalla Cremonese. In attacco il club granata resta vigile anche su Tumminello, che dopo sei mesi fuori lista all’Atalanta è pronto a scendere di categoria per ritrovare il campo: il promettente attaccante ventiduenne non gioca da più di un anno, ma resta un elemento di indiscutibile qualità. Su di lui anche Reggina e Frosinone.

Sul versante delle entrate, da tenere d’occhio anche il solito asse con la Lazio: Kiyine e Djavan Anderson vengono da sei mesi vissuti totalmente fuori dai piani di Inzaghi, e Lotito potrebbe scegliere di (ri)dirottarli a Salerno in prestito ampliando la già numerosa colonia biancoceleste agli ordini di Castori. A Formello potrebbe tornare Karo, che nel girone d’andata ha trovato pochissimo spazio e potrebbe essere dirottato altrove per ritrovare minutaggio. In uscita anche Antonucci, che potrebbe tornare a Roma ed essere girato in prestito altrove dopo sei mesi da oggetto misterioso a Salerno, mentre sono in bilico anche le posizioni di Giannetti e Veseli: questi ultimi restano i principali indiziati per liberare posti in una lista over ad oggi intasata.

Da valutare la posizione di Dziczek e Schiavone (potenzialmente in discussione in caso di altri colpi in mediana), mentre cerca squadra Micai, sondato tempo fa dalla Reggina che va a caccia di un portiere: ad oggi il discorso resta in pieno stallo. Ieri sera invece ha salutato Baraye: il difensore senegalese, impiegato in un’unica occasione da Castori, ha virtualmente fatto ritorno al Padova prima di firmare con l’Avellino. Affare a titolo definitivo, 60 mila euro la cifra nelle casse del club biancoscudato.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.