Home News Coulibaly è granata. Carretta, parla l’agente: “Ad ora solo un sondaggio”

Coulibaly è granata. Carretta, parla l’agente: “Ad ora solo un sondaggio”

Ufficiale il mediano dell'Udinese. La società prova a fornire a Castori rinforzi in attacco e sulla corsia sinistra: in salita la pista Pajac

561
0
Mamadou Coulibaly (Foto US Salernitana 1919)
Tempo di lettura: 2 minuti

Mamadou Coulibaly è un nuovo giocatore della Salernitana. Ufficializzato in tarda mattinata, il centrocampista senegalese classe ’99 arriva in prestito con diritto di riscatto e controriscatto dall’Udinese. Primo colpo del mercato di gennaio, il mediano di proprietà friulana – che indosserà la maglia numero 2 – sarà già a disposizione di Castori alla ripresa degli allenamenti, e si candida ad avere minutaggio già nella sfida di Empoli, viste le squalifiche di Capezzi e Di Tacchio.

Dopo aver reso nota un’operazione già bloccata da tempo, la società lavora anche per il reparto offensivo. Piace Mirko Carretta, ma ad oggi ancora nessuna trattativa intavolata con il Cosenza. A confermarlo è direttamente l’agente Jerry Palomba, interpellato dalla nostra redazione: “C’è stato un sondaggio, ma ad oggi non si può parlare di trattativa vera e propria. La Salernitana ha chiesto direttamente a noi informazioni, ma non c’è stato alcun contatto con il Cosenza. Solo nei prossimi giorni vedremo se si potrà parlare di trattativa in modo concreto”. Il mancino di proprietà rossoblù resta comunque tra i principali profili seguiti dal club granata per rinforzare l’attacco, e potrebbe essere il secondo innesto di questo calciomercato invernale. Nel reparto offensivo la Salernitana tiene in considerazione anche Di Gaudio (Verona) e Tumminello (Atalanta). Più in salita, invece, la pista Pettinari: l’attaccante del Lecce – pallino di Castori e non a caso sondato già in estate dalla società – flirta con la Cremonese ed è seguito anche da altri club cadetti.

L’altro settore in cui il sodalizio granata sarà chiamato ad intervenire resta, ovviamente, la corsia di sinistra: Pajac è il primo obiettivo ma ad oggi non emergono novità significative, a causa dell’alto ingaggio percepito dal calciatore del Cagliari. La società di via Allende segue anche Lisi del Pisa, mentre sullo sfondo resta l’ipotesi di un ritorno di Vitale (in uscita da Verona), così come la possibilità di un affondo per D’Elia, che fin qui ha trovato poco spazio a Frosinone. Occhi anche sul giovane Nzita, attualmente in forza al Pescara ma di proprietà del Perugia, mentre si raffredda la pista Liotti: il ds della Reggina Taibi reputa incedibile l’esterno classe ’94, punto fermo della formazione amaranto.

A centrocampo resta viva l’ipotesi Laribi – anche lui in uscita dall’Hellas -, ma in generale la Salernitana avrà l’obbligo di cedere calciatori per liberare posti in lista over: l’innesto di Coulibaly, in tal senso, consegna a Castori un under, che non occupa posti nell’elenco dei 18. I principali papabili per una cessione restano Veseli, Giannetti e Karo: sull’attaccante senese restano vigili Cremonese e Pescara, con gli abruzzesi che seguono anche il difensore cipriota. Quest’ultimo dovrebbe fare ritorno alla Lazio per trovare spazio altrove in prestito, così come Antonucci che potrebbe tornare alla Roma compiendo un percorso analogo. Occhi della Viterbese su Guerrieri, mentre Micai è sondato dalla Reggina: il club amaranto, alla ricerca di un estremo difensore che dia garanzie dopo l’improduttiva alternanza Plizzari-Guarna, segue ormai da tempo il portiere granata. La società del presidente Gallo ha messo però gli occhi anche su Vigorito, in uscita dal Lecce.

Articolo precedenteCoulibaly, tanta sostanza e discreta qualità per la mediana di Castori
Articolo successivoPriorità al terzino sinistro… ma senza fretta. A centrocampo si propone Del Pinto
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.