Home News Salernitana, che carattere! All’Arechi finisce due a due il match con il...

Salernitana, che carattere! All’Arechi finisce due a due il match con il Verona. Primo punto in campionato.

Sotto di due gol, i granata pareggiano grazie a Gondo e Mamadou Coulibaly. Ribery in crescendo

254
0
Tempo di lettura: 3 minuti

La Salernitana conquista il primo punto del campionato pareggiando all’Arechi con il Verona. Due a due il risultato finale in una gara bella tra due squadre che hanno collezionato occasioni su occasioni. la Salernitana ha dimostrato, come al solito, grande carattere perché l’Hellas con il doppio vantaggio ha buttato alle ortiche una vittoria che sembrava quasi conquistata. Merito dei granata che non si sono disuniti non uscendo mai dalla partita e credendo sempre di poter rimettere in sesto la partita e credendo addirittura di portare a casa l’intera posta in palio. Un punto che muove la classifica e che fa morale. C’è ancora da migliorare sul piano del gioco ma farlo con un punto in più alimenta la fiducia.

Castori cambia il partner di Gondo rispetto alla gara con l’Atalanta. Fuori Djuric e dentro Simy per cercare di scardinare la difesa del Verona. Tra gli scaligeri spicca la presenza di Kalinic al posto di Simeone e di Hongla al posto di Bessa. Inamovibile Caprari. Squadre che giocano a ritmi abbastanza sostenuti con una Salernitana che dimostra di avere un impatto incoraggiante sul match. È il Verona, però, che alla sua prima occasione riesce a far gol. Dalla sinistra il solito Caprari semina il panico e mette in mezzo per l’accorrente Kalinic che anticipa sia Gagliolo che Belec. Il Verona rischia di raddoppiare dopo tre minuti, sfondando sempre a sinistra. Combinazione Caprari-Kalinic-Barak con il tiro di quest’ultimo deviato da Strandberg. La Salernitana cerca di riordinare le idee affidandosi all’estro di Ribéry e alla vena di Gondo che si dimostra l’attaccante più in forma dei granata. È Simy, però, a sfiorare al 11′ il gol di testa su cross di Ribéry ed è sempre lui che si gura in area al 13′ ma colpisce Gunter. Il Verona sul piano del gioco si lascia preferire ma la Salernitana confeziona al 20′ ancora una opportunità con Ribéry che serve a rimorchio Gagliolo che spara alto. La Salernitana, però, gioca più sui nervi che ragionando ed il Verona trova il gol del raddoppio. Ripartenza letale con Kalinic, alla mezz’ora, che scucchiaia in faccia a Belec il pallone del raddoppio. Mazzata tremenda per la Salernitana che stenta a trovare idee in avanti. Quando tutto lasciava presagire un finale del primo tempo sul doppio svantaggio, arriva il gol di Gondo che sfrutta al meglio una punizione di Ribéry. Il pallone resta in area e l’ivoriano piazza la zampata vincente per il gol del 2-1.

Nella ripresa è subito Verona con Kalinic che piazza un diagonale che si stampa sul palo. La gara sembra stagnare e ciò fa il gioco del Verona che cerca di addormentare il ritmo. Tudor opera dei cambi inspiegabili. Toglie Kalinic e Caprari eliminando due punti di riferimento in avanti. Il Verona sembra frastornato perché Ribery trova più spazi e Djuric sembra più in palla di Simy. È proprio Djuric a fallire il gol del pari al 67′. Ranieri in area indirizza in porta un bel tiro che si ferma su piedi dello stesso Djuric che non riesce a ribadire in rete. È il preludio al gol che arriva al 76′: Gagliolo dai 25 metri piazza una botta che si trasforma in assist per Mamadou Coulibaly che controlla e spedisce alle spalle di Montipò. Pareggio più che meritato. Il Verona cerca di scuotersi e mette paura alla Salernitana nel finale. Al minuto 82 un tiro centrale di Faraoni e al minuto 87 una punizione di Barak al limite dell’area che si stampa sull’incrocio dei pali. La partita si chiude, di fatto, su questa azione.

SALERNITANA:2

VERONA:2

SALERNITANA (3-4-1-2): Belec; Gyomber, Strandberg, Gagliolo; Kechrida, M.Coulibaly, L.Coulibaly (88′ Zortea), Ranieri (88′ Di Tacchio); Ribery (88′ Kastanos); Gondo (73′ Bonazzoli), Simy (58′ Djuric). A disposizione: Fiorillo, Veseli, Jaroszynski, Bogdan, Schiavone, Obi, Vergani. Allenatore: Castori

VERONA(3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Magnani (46′ Casale); Faraoni, Hongla, Ilic (46′ Tameze), Lazovic (90’+5 Cetin); Barak, Caprari (66′ Bessa); Kalinic (56′ Simeone). A disposizione: Pandur, Berardi, Cancellieri, Ceccherini, Lasagna, Ragusa. Allenatore: Tudor.

ARBITRO: Irrati di Pistoia

MARCATORI: 7′ e 30′ Kalinic, 45’+1 Gondo, 76′ M. Coulibaly,

AMMONITI: Kalinic, Magnani, Gagliolo, Dawidowicz, L. Coulibaly

Articolo precedenteCessione Salernitana, entro il 30 settembre le offerte irrevocabili.
Articolo successivoGondo e M.Coulibaly sono l’anima della squadra, fondamentale la classe a sprazzi di Ribery. Male difesa e Djuric