Home News Caos Covid per l’Empoli: l’ASL di Napoli blocca cinque tesserati

Caos Covid per l’Empoli: l’ASL di Napoli blocca cinque tesserati

La società toscana ha diramato un comunicato per fare chiarezza. Non dovrebbe essere a rischio la gara con la Salernitana.

167
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

È caos Covid in casa Empoli. A poche ore dalla gara di Coppa Italia con il Napoli, l’ASL ha bloccato cinque tesserati della squadra toscana che sono rimasti in albergo. Tra questi anche il tecnico Dionisi ed il suo vice.

L’ufficio stampa dell’Empoli ha diramato, a tal proposito, un comunicato ufficiale che fa luce sulla questione:

Empoli FC comunica che i calciatori Leonardo MancusoRoberto PirrelloSzymon Zurkowski, il tecnico Alessio Dionisi e un componente dello staff sono stati posti in quarantena dall’Asl Napoli 1 nell’hotel dove la squadra ha soggiornato dalla serata di ieri.

La quarantena si è resa necessario su segnalazione del ministero della salute in quanto i cinque, sul volo Lamezia-Bologna di lunedì 4 gennaio, sono stati a stretto contatto con una persona risultata positiva e presente sul volo.

Empoli FC tiene a precisare che i cinque, come l’intero il gruppo squadra è stato sottoposto, dopo il volo precedentemente citato, a quattro cicli di tamponi, l’ultimo dei quali questa mattina, che hanno dato tutti esito NEGATIVO.

Come da indicazione ministeriali, i tre calciatori, il tecnico e il membro dello staff dovranno rimanere in quarantena fino a domani, giovedì 14 gennaio, quando scadranno i dieci giorni dal contatto e faranno regolarmente rientro ad Empoli.

Facile ipotizzare che tutta la squadra, nella giornata di domani, sarà sottoposta ad un ulteriore ciclo di tamponi per far ritorno ad Empoli in piena sicurezza.

Ad oggi, considerato che i tamponi di questa mattina sono risultati negativi, non sembrano esserci problemi circa lo svolgimento della gara di domenica con la Salernitana, a meno che non giungano novità dell’ultima ora.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.