Home News Il Cittadella agguanta il secondo posto in classifica. Passo falso del Monza....

Il Cittadella agguanta il secondo posto in classifica. Passo falso del Monza. Il Lecce vince a Reggio Calabria.

Vince anche il Pordenone che aggancia la zona play off. Domani due gare in calendario

154
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Aspettando il big match di domani tra Empoli e Salernitana, le partite del pomeriggio hanno dato indicazioni importanti in chiave classifica. Si fa avanti il Cittadella che, grazie alla vittoria con l’Ascoli, balza al secondo posto in classifica. Non è stato facile per i veneti avere ragione di un coriaceo Ascoli che ha giocato alla pari con i ragazzi di Venturato. Il gol, infatti è arrivato soltanto al 79′ con Tavernelli che da pochi minuti aveva sostituito Tsadjout. Sugli sviluppi di una calcio di punizione, l’attaccante ha piazzato la zampata vincente.

Il Monza, invece, compie un mezzo passo falso pareggiando per due a due in casa contro il Cosenza. I calabresi hanno anche sfiorato il gol del 3-2 con Sciaudone. Sembrava tutto in discesa per i brianzoli, passati in vantaggio dopo sette minuti con Barillà. Il raddoppio al 26′ con un gran tiro dai 25 metri di Gtkjaer. Un clamoroso autorete di Paletta rimette in partita il Cosenza che capisce di poter pareggiare i conti. Il Monza si dimostra poco lucido e cattivo ed il Cosenza ne approfitta e pareggia al 66′ con il neo acquisto Tremolada che approfitta di un errore clamoroso del difensore Bettella che, di fatto, consegna la palla all’attaccante del Cosenza che indovina l’angolo giusto.

Importante la vittoria del Pordenone che aggancia la zona play off. La squadra friulana si impone per due a zero contro il Venezia che non vince in campionato dallo scorso 14 dicembre (vittoria in casa della Reggina). Il vantaggio del Pordenone è arrivato grazie ad un calcio di rigore, concesso per fallo del portiere Lezzerini ai danni di Diaw. Lo stesso calciatore sul dischetto non sbaglia. Il due a zero è maturato nella ripresa al minuto 75. Ancora protagonista in negativo il portiere veneto Lezzerini che battezza malissimo un tiro apparentemente innocuo di Ciurria.

Il Lecce espugna il “Granillo” di Reggio Calabria imponendosi per una rete a zero e consolida il suo quinto posto in classifica generale. Il gol di tacco di Stepinski al 28′ ha deciso la partita. nemmeno l’ingresso di Menez ha cambiato il volto alla partita. Il francese, infatti, ha sbagliato un calcio di rigore (dubbio) assegnato per un fallo di mani di Lucioni. In realtà le immagini mostrano chiaramente che il calciatore del Lecce tocca il pallone con la spalla e non con il braccio. Ci pensa Menez, però, a tirare malissimo il tiro dal dischetto mettendo la palla tra le braccia di Gabriel.

Il Pisa, infine , si impone per uno a zero contro un Brescia che non sa più vincere. Per la verità i lombardi di Dionigi avrebbero meritato almeno il pareggio. Ragusa e compagni hanno costruito almeno 4 palle gol che non sono state sfruttate a dovere. Il Pisa, dal canto suo riesce a trovare il vantaggio al 20′ con Lisi che approfitta di una respinta corta del portiere Joronen dopo un colpo di testa di Vido. I toscani hanno colpito, in due occasioni, la traversa.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.