Home Calciomercato Kiyine-Durmisi, “l’opera di persuasione” continua. Karo ritorna alla base

Kiyine-Durmisi, “l’opera di persuasione” continua. Karo ritorna alla base

Continua l'opera diplomatica di lotito per convincere Kiyine e Durmisi a sposare la causa granata. Vicini all'addio Karo e Antonucci

1180
0
SALERNO, ITALY - JULY 13: Sofian Kiyine of US Salernitana stands disappointed during the serie B match between US Salernitana and AS Cittadella at Stadio Arechi on July 13, 2020 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images for Lega Serie B) Fonte: okcalciomercato.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Continua, come dal 2011 ad oggi, l’asse di mercato con la casa madre Lazio. Corsia preferenziale, o legame vincolante che dir si voglia, che al momento appare l’unica strada percorribile per arrivare ad almeno due dei rinforzi (per lo più a livello numerico) richiesti da mister Castori per poter, senza più nascondersi, competere in maniera ponderata per le primissime posizioni. Le trattative fatte in casa per Sofian Kiyine e Riza Durmisi, le uniche effettivamente concrete portate avanti negli ultimi giorni, stanno assumendo sempre più i contorni di una telenovela. L’opera diplomatica del co-patron Lotito, cominciata ormai due settimane fa, per ora non sembra dare i suoi frutti. Sono attesi nuovi sviluppi nel fine settimana, per cui è previsto l’ennesimo incontro con gli entourage dei calciatori per mettere la parole fine, in un senso o nell’altro, alla querelle a tinte biancocelesti-granata. Ci sarà da capire poi, nel caso di sviluppi “positivi”, quando e soprattutto “come” due dei numerosi esuberi laziali possano sposare la causa Salernitana.

Per il resto, come anticipato, il mercato in entrata, almeno per ora, non sembra destinato a regalare particolari sussulti. Definitivamente sfumato l’arrivo di Giovanni Crociata, richiesto espressamente da Castori, che da quest’oggi è un nuovo centrocampista dell’Empoli. Per l’attacco il sogno, destinato a rimanere tale, del trainer marchigiano resta uno tra Moncini e Pettinari, per i quali ci sarebbe da sborsare una cifra importante che, attualmente, non sembra rientrare nei programmi della proprietà. Più verosimile, nonchè percorribile, la pista Carretta, per il quale il Cosenza ha chiesto in cambio uno tra Casasola e Cicerelli.

Sul fronte uscite, saluteranno presto la compagnia Antreas Karo, che ritornerà a Formello per poi essere girato altrove, e Mirko Antonucci, entrambi non convocati, al pari di Micai, per il ritiro pre-gara contro il Pescara. Per il giovane attaccante scuola Roma, invece, si profila un trasferimento alla Reggina, che nei prossimi giorni potrebbe sferrare l’affondo decisivo. Sempre più in bilico anche la posizione di Luka Bogdan, seguito con insistenza dall’Hajduk Spalato. Da valutare anche quelle di Dziczek, che potrebbe ritornare alla Lazio, e di Veseli, ufficialmente sul mercato dopo l’imbarazzante prova offerta in quel di Empoli. Si cercano acquirenti anche per Micai e Giannetti, i cui onerosissimi ingaggi rappresentano un ostacolo quasi insormontabile.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.