Home Calciomercato Micai, Veseli e Giannetti: tre personaggi in cerca d’autore

Micai, Veseli e Giannetti: tre personaggi in cerca d’autore

Non si sblocca il mercato in uscita della Salernitana. In cerca di sistemazione, oltre al fuori rosa Micai, anche Veseli e Giannetti

936
0
Micai-Salernitana
Alessandro Micai con la maglia della Salernitana. (Fonte: Ilmattino.it)
Tempo di lettura: 2 minuti

Con la finestra mercato invernale che si avvia mestamente, almeno per i colori granata, alla conclusione, restano le incognite legate ad alcuni cosiddetti esuberi, ormai sempre più destinati a rimanere, almeno per ciò che concerne Micai, da separati in casa fino al termine della stagione. A pochi giorni dalla sfida contro la Reggina che, caso vuole, coincide con l’ultimo giorno di mercato, c’è chi continua a strizzare l’occhio a diverse società (pseudo) interessate in attesa di buone nuove.

Stiamo parlando, in modo particolare, di Frederic Veseli e Niccolò Giannetti, entrambi, almeno sulla carta, in procinto di cambiare maglia nelle battute finali. Sull’ex difensore dell’Empoli, autore di un pessimo girone d’andata, continua il pressing della Virtus Entella, che vorrebbe aggiungere un tassello, quantomeno, d’esperienza al mosaico difensivo di Vincenzo Vivarini. Tecnico che, tra l’altro, ha già avuto il difensore albanese alle sue dipendenze nella sua esperienza empolese e che, stando a ciò che filtra, lo accoglierebbe a braccia aperte. La trattativa, dopo l’accelerata dei giorni scorsi, è entrata in una fase di stallo. L’accordo tra il calciatore e il club ligure c’è, resta da trovare l’intesa con la Salernitana, che vorrebbe ricavare almeno la cifra sborsata in estate per accaparrarselo dall’Empoli.

Sull’uscio anche Niccolò Giannetti che, dopo la buona prova di Gondo contro il Pescara, resta l’unico cedibile del pacchetto avanzato. L’ex attaccante del Livorno è seguito proprio dal Pescara del suo mentore Roberto Breda, che lo riabbraccerebbe volentieri per completare il parco attaccanti biancoazzurro. Lo scoglio, manco a dirlo, più difficile da arginare è prettamente di natura economica. Il lauto ingaggio, circa 350mila Euro, percepito dall’attaccante toscano non incentiva, per usare un eufemismo, la buona riuscita dell’operazione. Chissà che il consueto valzer di punte di ogni fine mercato non possa, in qualche modo, sbloccare anche il passaggio di Giannetti al Pescara, sebbene le probabilità, ad onor del vero, sono vicine allo 0.

Discorso più o meno simile anche per quanto concerne Alessandro Micai, legato alla Salernitana con un contratto in scadenza il 30 giugno 2023. Le sirene estere, almeno per ora, non sembrano stuzzicare più di tanto il pipelet mantovano, che preferirebbe rimanere in Italia e, soprattutto, alle stesse cifre. Occhio, però, ad una eventuale soluzione “fatta in casa” con la Lazio. Con l’infortunio di Strakosha, che potrebbe star fuori oltre due mesi, il co-patron Lotito potrebbe decidere di dirottare l’ex estremo difensore del Bari proprio ai biancocelesti affidandogli, magari, “la maglia numero 12”. Seguiranno, eventuali, sviluppi nelle prossime ore.

Articolo precedentePrimavera 2: domani derby col Benevento, granatini alla ricerca dei tre punti
Articolo successivoL’editorialista è un fingitore: finge che sia disprezzo, il disprezzo che davvero sente.
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.