Home News Salernitana contro la Cremonese per sfatare il tabù dello Zini: 3-5-2 per...

Salernitana contro la Cremonese per sfatare il tabù dello Zini: 3-5-2 per Castori, Pecchia con il 4-2-3-1

I due tecnici confermano i rispettivi spartiti tattici, con qualche novità negli interpreti. Granata mai vittoriosi nella storia in casa dei grigiorossi

246
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Su un campo storicamente ostico, la Salernitana affronta la Cremonese e va alla ricerca del secondo successo nel girone di ritorno. Allo Zini va in scena il match tra la formazione di Pecchia e quella di Castori, chiamata a sfatare un autentico tabù: in undici precedenti, infatti, il cavalluccio marino non ha mai espugnato l’impianto grigiorosso. Quarti in classifica con 43 punti, i granata vogliono proseguire il trend positivo del girone di ritorno, che vede Tutino e soci al momento imbattuti; sei pareggi e appena una vittoria, tuttavia, costituiscono una media punti largamente inferiore rispetto a quella ottenuta nelle prime sette partite del girone d’andata.

Non se la passa certamente meglio la Cremonese, invischiata in piena lotta per non retrocedere: i grigiorossi di Pecchia (subentrato a Bisoli ormai due mesi fa) stazionano al quindicesimo posto con 29 punti, conservando appena una lunghezza di vantaggio sulla zona playout occupata da Reggiana e Cosenza. Il ko di Vicenza ha proseguito l’andamento piuttosto altalenante dell’ultimo periodo, che ha visto la Cremonese ottenere quattro successi e tre sconfitte nelle prime sette gare del girone di ritorno. La formazione lombarda, comunque, resta sulla carta notevolmente superiore rispetto alla posizione di classifica, ed è pronta a dare battaglia. Alla Salernitana il compito di portare a casa i tre punti e riscattare il rammarico per il pareggio beffardo ottenuto martedì all’Arechi contro la Spal.

Anche se sconfitto 3-1 a Vicenza martedì sera, Pecchia punterà ancora sul 4-2-3-1 visto al Romeo Menti. La prima novità avrà luogo tra i pali, dove Carnesecchi tornerà titolare dopo aver saltato la gara di tre giorni fa per squalifica: il giovane di proprietà dell’Atalanta, allenato da Castori a Trapani e sondato in estate dalla Salernitana, prende il posto di Alfonso. Grandissima emergenza in difesa, dove il tecnico di Formia deve rinunciare in un sol colpo agli infortunati Coccolo, Terranova, Fornasier e Crescenzi. Di conseguenza, le scelte sono obbligate: spazio alla riconfermata coppia di centrali composta da Bianchetti e Ravanelli, mentre sulle corsie laterali torneranno Zortea a destra e il recuperato Valeri a sinistra. Cintura di centrocampo formata ancora da Bartolomei e Castagnetti, mentre sulla trequarti la novità sarà Valzania: l’ex atalantino è stato impiegato come terzino destro (in emergenza) a Vicenza, ma questa volta agirà come come esterno offensivo in luogo di Baez. Al suo fianco Gaetano e Buonaiuto, che completano il terzetto di fantasisti alle spalle di Ciofani unica punta. Fuori per scelta tecnica Zaccagno, Bia e Ghisolfi.

Nonostante la terza gara in nove giorni, Castori opterà nuovamente per la continuità, confermando molti tasselli nel tradizonale 3-5-2. Una novità molto significativa, però, si consumerà tra i pali: dopo tre gare di assenza (che hanno visto ben figurare il vice Adamonis), Belec tornerà a presidiare la porta granata. Davanti allo sloveno agirà un terzetto difensivo confermato in blocco, con Aya, Gyomber e Veseli, lievemente favorito su Mantovani. In mediana sarà Di Tacchio il riferimento centrale, con Coulibaly a fare ancora una volta da interno destro. Sul centro-sinistra torna titolare Capezzi, che rispedisce in panchina Kiyine. Confermati anche Casasola a destra e Jaroszynski a sinistra, mentre in attacco Castori è pronto a cambiare nuovamente il partner offensivo di Tutino: la buona verve mostrata nel finale del match contro la Spal consentirà a Gondo di tornare titolare, a discapito di Djuric. Il bosniaco pronto a dare man forte dalla panchina, al pari di Anderson, entrato col giusto piglio contro i biancazzurri. Out Lombardi, Dziczek e Guerrieri, non convocati per scelta tecnica Antonucci e Barone.

Queste le probabili formazioni:

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Zortea, Bianchetti, Ravanelli, Valeri; Bartolomei, Castagnetti; Gaetano, Valzania, Buonaiuto; Ciofani. A disposizione: Alfonso, Volpe, Fiordaliso, Deli, Gustafson, Nardi, Pinato, Baez, Celar, Ceravolo, Colombo, Strizzolo. Allenatore: Pecchia.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Aya, Gyomber, Veseli; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Jaroszynski; Tutino, Gondo. A disposizione: Adamonis, Micai, Mantovani, Sy, Durmisi, Bogdan, Schiavone, Boultam, Kupisz, Kiyine, Cicerelli, Djuric, Anderson, Kristoffersen. Allenatore: Castori.

ARBITRO: Lorenzo Illuzzi di Molfetta. Assistenti: Raspollini – Berti. IV uomo: Sozza. 

Porte chiuse. Fischio d’inizio ore 14:00, diretta DAZN.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.