Home Editoriale 1 a 0 all’Arechi: Bogdan di testa

1 a 0 all’Arechi: Bogdan di testa

Il difensore croato Luka Bogdan regala la gioia del vantaggio alla propria squadra, tra le mura amiche dello Stadio Arechi di Salerno

1229
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La gara tra Salernitana e Brescia, valevole come 30/a giornata di serie B, inizia con un undici titolare, parzialmente, rivoluzionato da mister Castori. Riconfermato per la seconda partita consecutiva Bogdan nel reparto difensivo al posto di Aya, mentre, al posto di Capezzi è stato schierato Anderson come mezz’ala ed in attacco è stato proposto il binomio offensivo Tutino-Gondo.

Le scelte del trainer granata, finora, sono risultate idonee e valide, tant’è vero che il primo tempo si è concluso con la Salernitana in vantaggio per 1 a 0 sulle rondinelle di Clotet.

È proprio Luka Bogdan che, dopo il palo preso durante la gara precedente con il Cittadella, riesce a trovare la gioia del gol. Andrè Anderson battendo il calcio d’angolo, è andato a cercare e trovare la testa del difensore classe ’96 che non ha sbagliato mira, regalando l’entusiasmo del gol alla sua squadra.

Bogdan raggiunge, così, quota due gol stagionali in 24 partite giocate.

Proprio la colonna croata, con la casacca numero 26, al termine della prima frazione di gioco rilascia una breve dichiarazione ai microfoni di Dazn:

“Abbiamo preparato molto bene la partita di questa sera. Durante i primi 45 minuti di gioco ci siamo mostrati una squadra forte e compatta. Ora, ci attenderà un secondo tempo tosto, non dobbiamo calare l’attenzione. L’esultanza era inevitabile, sono contentissimo per il gol. Ciò che conta è che stiamo vincendo”!

Articolo precedentePrimavera 2- Urrà Salernitana! Lecce battuto con un secco 4-0
Articolo successivoSalernitana, basta Bogdan. Brescia ko 1-0, granata terzi
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!