Home Editoriale Salernitana, la grande attesa: tre gare in sei giorni per la promozione

Salernitana, la grande attesa: tre gare in sei giorni per la promozione

La carica social del granata per il rush finale del campionato. Da oggi a lunedì prossimo tutto può ancora succedere

549
0
Tempo di lettura: 2 minuti

“Il coraggio è resistenza alla paura e dominio della paura, ma non assenza di paura”.

Mark Twain

“C’è un grande prato verde dove nascono speranze…”

Il rettangolo di gioco attende solo di essere pestato. La 36/a giornata di campionato cadetto avrà inizio alle ore 14.00.

A sole tre giornate dal termine della regular season di serie B, la sorte di alcune delle 20 squadre partecipanti è ancora tutta da scrivere.

Tanti risultati inaspettati e sorprendenti, anche nelle ultime giornate, hanno rimandato festeggiamenti ed amarezze, soprattutto nei piani alti della graduatoria. Tra le big, solo la capolista Empoli – ad oggi – ha il destino nelle proprie mani battendo il Cosenza,i toscani sarebbero promossi con due turni di anticipo.

Vivono ancora una stato di incertezza – per il raggiungimento diretto della massima serie – Lecce, Salernitana e Monza. La sfida tra brianzoli e salentini è aperta a tutti i risultati ed inciderà molto nella volata promozione, visto che dal risultato di questa gara dipenderà in buona parte anche il destino della squadra granata.

Oggi, la Salernitana di Castori non può sbagliare, non sono ammessi passi falsi. Allo stadio Teghil di Lignano Sabbiadoro, la compagine capitanata da Ciccio Di Tacchio sarà chiamata a giocarsi il tutto per tutto contro il Pordenone. Da non sottovalutare i ragazzi del tecnico Domizzi che daranno filo da torcere ai loro avversari, data la scomoda posizione occupata in classifica, ovvero, sestultimo posto, anche perché sono reduci dalla recente battuta d’arresto contro la Reggiana.

La gara che vedrà  protagonisti in campo i ramarri ed i granata potrà essere vinta da chi avrà più fame e la approccerà mentalmente con più concentrazione, ma, allo stesso tempo, con la giusta dose di leggerezza. La tensione, che inevitabilmente presente, dovrà essere necessariamente trasformata in energia positiva.

I ragazzi del trainer marchigiano non si sono sottratti nel sostenersi a vicenda e nel darsi la carica utilizzando, anche, i mezzi di comunicazione volti a raggiungere i loro tifosi, quali i social network.

Vogliono trasmettere la loro passione, l’immancabile impegno, il senso d’appartenenza alla casacca dell’ippocampo che, quest’anno, ha regalato a tutti emozioni inaspettate e non sempre semplici da gestire e da vivere.

Lo ha scritto Gennaro Tutino dopo il ko col Monza: “testa a martedì. Carichi e convinti. Forza Salernitana”.

Lo ha ribadito Andrea Schiavone ieri sera: “ Le strade difficili portano spesso a una destinazione meravigliosa”.

Questi ragazzi, nelle vesti di portavoce della squadra, stanno palesando l’intenzione di non volersi arrendersi, di non voler mollare.

La Salernitana c’è e tutti i supporters le sono accanto, con il cuore e con la mente.

I granata, oggi, saranno artefici del proprio destino. Le tre gare che separano la Bersagliera dal termine del campionato saranno delle finalissime che, al di là degli altrui risultati, sarà necessario vincere.

MACTE ANIMO

Articolo precedenteTaccuino avversario – Palomba (direttore Tuttopordenone.com): “Pordenone-Salernitana, partita decisiva. Doloroso l’esonero di Tesser ma Domizzi scelta giusta”
Articolo successivoGONDO – “AFFAMATO DI GOL” – SIGLA IL VANTAGGIO GRANATA
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!