Home News Serie B, playoff: il Cittadella stende il Brescia, spettacolo tra Venezia e...

Serie B, playoff: il Cittadella stende il Brescia, spettacolo tra Venezia e Chievo

Gli uomini di Venturato si impongono di misura sui biancazzurri. La gara del Penzo termina 3-2 dopo 120 minuti ricchi di gol ed emozioni

311
0
Venturato-Cittadella
Fonte: Gianlucadimarzio.com
Tempo di lettura: 2 minuti

Il turno preliminare disputato ieri ha inaugurato i playoff di Serie B. Ad avanzare alle semifinali sono Cittadella e Venezia, che hanno battuto in casa rispettivamente il Brescia e il Chievo. Nel primo dei due match giocati, i granata di Venturato hanno trionfato di misura sulle Rondinelle di mister Clotet, in una sfida cominciata con mezz’ora di ritardo rispetto alle 18:00 a causa di problemi legati al Var. Dopo un avvio incoraggiante da parte dei biancazzurri (autori delle prime conclusioni con Labojko e Ayé), al 39′ i veneti hanno trovato il gol decisivo grazie a Proia, bravo ad arrampicarsi su Mangraviti e insaccare con un colpo di testa preciso su cross di Rosafio; nella ripresa occasioni da ambo le parti, con il Brescia che sfiora il pari prima con la conclusione alta di Ayé da due passi, e poi in pieno recupero con una deviazione di Bjarnason, che si spegne di poco a lato.

La gara giocata alle 21:00 al Penzo è stata ricca di gol e spettacolo. Venezia in vantaggio dopo 4 giri di lancette con Aramu, ma il gol viene annullato per fuorigioco con l’intervento del Var. Tre minuti dopo i gialloblù guadagnano un calcio di rigore a causa del mani di Taugourdeau, e il penalty viene trasformato da Garritano: Maenpaa intuisce e tocca il pallone, ma non a sufficienza da evitare lo 0-1. Il primo tempo scorre via con due chance per i lagunari (testa di Forte e punizione di Taugourdeau) e un contropiede non sfruttato da Canotto per gli ospiti. Il tutto prima di una ripresa che vede Bertagnoli protagonista: il centrocampista clivense prima colpisce il palo, poi al 60′ spedisce involontariamente il pallone nella propria porta. Nonostante l’autogol che costa il pari, gli uomini di Aglietti sfiorano l’1-2 con Margiotta, la cui punizione sbatte sulla traversa.

Dopo l’1-1 dei 90 minuti regolamentari si va ai tempi supplementari, e accade di tutto. Al 103′ Ferrarini stende Di Gaudio in area, e l’arbitro Sozza assegna ai clivensi il secondo rigore, trasformato con sicurezza da Mogos che riporta avanti i suoi. I ragazzi di Zanetti trovano il pari al 107′ con Maleh, che con il sinistro trafigge Semper al termine di un’azione insistita dei lagunari. Il 2-2 sarebbe già sufficiente al Venezia meglio piazzato in regular season, ma al 116′ Johnsen chiude la pratica: il norvegese approfitta di un erroraccio di Cotali e sottoporta insacca con lucidità, complice anche la deviazione di Mogos. Utile solo per le statistiche il rigore procurato e sbagliato da Forte, che si fa ipnotizzare da Semper prima del triplice fischio.

Il Venezia affronterà in semifinale il Lecce, giunto quarto al termine della regular season, mentre il Cittadella dovrà vedersela con il Monza. Le gare d’andata si giocheranno lunedì 17 al Penzo e al Tombolato, mentre il ritorno si disputerà giovedì 20. Brescia e Chievo devono invece dire addio ai sogni di gloria, e saranno entrambe ai nastri di partenza della Serie B 2021-2022.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.