Home Editoriale Marchetti: “Se la Salernitana non si iscrivesse, il Cittadella sarebbe pronto a...

Marchetti: “Se la Salernitana non si iscrivesse, il Cittadella sarebbe pronto a subentrare”

Il Cittadella sogna, ancora, la serie A

1416
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

In casa Salernitana la problematica relativa alla situazione societaria continua a far discutere. Trepidazione, preoccupazione ed impazienza prendono il sopravvento, anche, oltre i confini cittadini. Sulle sorti della Bersagliera continua a regnare un grosso punto di domanda. La squadra neo promossa è nell’occhio del ciclone dall’ormai lontano 10 Maggio, data in cui è stata conquistata sul campo l’agognata massima serie.

Si brancola nel buio, si interpretano parole, segnali che – al momento – non lasciano intendere, ancora, nulla di concreto e veritiero. La fatidica data del 25 Giugno è ormai prossima, è lecito pretendere chiarezza e trasparenza, facendo luce su una vicenda ancora avvolta dal mistero. Mancano 11 giorni alla scadenza per la cessione della Salernitana da parte di Claudio Lotito. È doveroso sciogliere il nodo multiproprietà tra Salernitana e Lazio per non rischiare la mancata iscrizione della squadra granata in serie A.

Oggi, anche il direttore generale del Cittadella Stefano Marchetti è intervenuto in proposito alla delicata vicenda legata al futuro della squadra dell’Ippocampo. Intervistato dai microfoni di “PadovaSportTv”, Marchetti ha affermato:

”Se i campani non dovessero iscriversi noi saremmo pronti, se ci fosse un’opportunità simile sarebbe una gran cosa, ma, penso che faranno quello che c’è da fare per iscriversi e partecipare alla prossima serie A”.

Stefano Marchetti
Articolo precedenteAcquisizione di una società calcistica professionistica? I criteri della FIGC
Articolo successivoIl piccolo Hitler
Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, salernitana dalla nascita. Per varie vicissitudine, sono espatriata a Genova da quando avevo 21 anni, nel capoluogo ligure esercito la professione di insegnate. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature, non trascuro i dettagli. L'ottimismo, la curiosità, la follia, l'intraprendenza ed il sorriso sono caratteristiche di cui non posso fare a meno. Tra le gioie più grandi della mia vita rientra mia figlia: Martina. La pallavolo, la scrittura, i viaggi e la Salernitana sono le mie principali passioni. La benzina delle mie giornate risiede in tre espressioni che non cesso mai di ripetere a me stessa e agli altri: " VOLERE è POTERE, CARPE DIEM e PER ASPERA AD ASTRA"!!!