Home News Salernitana, finalmente vittoria. Genoa battuto 1-0

Salernitana, finalmente vittoria. Genoa battuto 1-0

400
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana ottiene finalmente la prima vittoria stagionale. Alla 7/a giornata di Serie A 2021/2022, i granata regolano il Genoa 1-0. Decisiva l’autorete di Maksimovic su colpo di testa di Djuric al 66′.

Un solo obiettivo: la vittoria. Non esistono altri risultati utili per la Salernitana che sfida il Genoa nella gara valida per la 7/a giornata di Serie A 2021/2022.

Ma, come spesso accade in questi casi, l’importanza della posta in palio rende la partita priva di occasioni fondamentali. Al 17′, si fa vedere il Genoa con una conclusione da lontano di Rovella che termina non di molto alta sulla traversa. Quattro minuti dopo, primo acuto della Salernitana con un tiro di Simy dall’interno dell’area che però è facile preda di Sirigu.

Al 24′, break del Genoa. Kallon semina il panico nell’area granata e propizia un tiro-cross di Bianchi che attraversa tutto lo specchio della porta difesa da Belec senza, per fortuna della Salernitana, trovare deviazioni vincenti. Al 32′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la Salernitana, rovesciata volante di Mamadou Coulibaly e girata al volo di Gagliolo che finisce di poco alta. 120 secondi dopo Kastanos riscalda i guantoni di Sirigu con una gran botta centrale da lontano.

La Salernitana è costretta a cambiare Lassana Coulibaly e mette Di Tacchio al suo posto. Quattro minuti di recupero e proprio al 49′ una bordata di Bianchi dal limite fa venire i brividi a tutti i sostenitori granata, ma per fortuna della Salernitana termina a lato. Il primo tempo tra Salernitana e Genoa termina sul punteggio di 0-0.

Ripresa (iniziata in ritardo per problemi di collegamento tra l’arbitro Mariani e la sala VAR) e al 47′ Di Tacchio ci prova da lontano, palla alta. Cinque minuti dopo, conclusione al volo di Kastanos e ancora Sirigu dice di no. Al 54′, occasione Genoa con un tiro da fuori area di Touré che non trova il bersaglio.

Girandola di cambi. In casa Salernitana, entrano Bonazzoli e Djuric per Gondo e Simy, mentre nel Genoa è Ghiglione a sostituire l’infortunato Criscito. Ed è proprio Ghiglione al 64′ a entrare in area da destra, con il suo cross deviato che per poco non beffa Belec. 120 secondi dopo, Salernitana in vantaggio. Calcio d’angolo di Kastanos, deviazione di Maksimovic di spalla e Sirigu è battuto.

La Salernitana, sulle ali dell’entusiasmo insiste, e al 74′ sponda di Bonazzoli per Di Tacchio. Tremenda botta di quest’ultimo e palo pieno. Al 79′, finalmente Belec. Il portiere sloveno è miracoloso su Cambiaso che, dopo un’azione insistita, aveva concluso da posizione favorevolissima. All’82’, ancora rischio per la Salernitana. Azione del Genoa da quinto, Cambiaso, a quinto, Ghiglione. Il rasoterra di quest’ultimo finisce fuori di pochissimo.

Nel Genoa entra anche Pandev e all’87’ l’esperto macedone impegna Belec con un tiro-cross rasoterra. Cinque minuti di recupero e al 91′ Belec vola sull’insidiosissima punizione di Rovella, deviando il pallone in calcio d’angolo con un balzo felino. Si tratta dell’ultimo pericolo. La Salernitana batte il Genoa 1-0 e sale a quota 4 punti in classifica, lasciando il Cagliari all’ultimo posto con 3 punti e portandosi a -1 dal Grifone.

SALERNITANA-GENOA 1-0 (0-0)

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Gyombér, Strandberg, Gagliolo, Ranieri (81′ Jaroszynski); M. Coulibaly (46′ Obi), L. Coulibaly (37′ Di Tacchio), Kastanos; Ribéry; Gondo (61′ Bonazzoli), Simy (61′ Djuric). A disp.: Fiorillo, Veseli, Schiavone, Zortea, Kechrida, Bogdan, Vergani. All: Castori
GENOA (3-5-2): Sirigu; Bani, Maksimovic, Criscito (62′ Ghiglione); Sabelli (56′ Fares), Touré (73′ Pandev), Badelj, Rovella, Cambiaso; Kallon, Bianchi (56′ Ekuban). A disp.: Semper, Melegoni, Behrami, Vasquez, Hernani, Serpe, Galdames. All: Ballardini

Marcatori: 66′ aut. Maksimovic

Arbitro: Mariani di Aprilia

Note – Ammoniti: Maksimovic (G), Cambiaso (G), Gyomber (S), Ribéry (S)

Articolo precedenteGondo:« Non molliamo, la gara col Genoa è fondamentale».
Articolo successivoDjuric:«Che emozione segnare all’Arechi! Ora continuiamo cosi».