Home Editoriale Gondo:« Non molliamo, la gara col Genoa è fondamentale».

Gondo:« Non molliamo, la gara col Genoa è fondamentale».

L'ivoriano ai microfoni di Dazn lascia trapelare la voglia di combattere, la necessità di fare bene - fino all'ultimo minuto - durante la gara con i rossoblù.

208
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il primo tempo tra Salernitana e Genova è terminato a reti bianche. La pressione della squadra ospite è stata da subito evidente ma i granata hanno risposto senza timore alle incursioni avversarie. Bianchi – il numero 24 rossoblù – più volte ha impensierito la difesa dei padroni di casa. Rammentiamo che il ventunenne è stato inserito sin dal primo minuto di gioco da mister Ballardini, ha sostituito il centravanti Destro. Quest’ultimo ha lamentato un discreto fastidio al flessore sinistro presentatosi durante il prepartita, il calciatore si è limitato, quindi, ad assistere al match dalla tribuna.

Al duplice fischio dell’arbitro Mariani, Cedric Gondo è stato intervistato dai microfoni di Dazn. Il numero 15, finora, ha disputato una buona prestazione, prima di rientrare negli spogliatoi ha affermato:

“Col Genoa è una partita dura, è una squadra che ci sta facendo correre molto. È fondamentale tenere duro. Con Simy cercheremo di giocare più vicini”.

Articolo precedenteUn’idea come un’altra.
Articolo successivoSalernitana, finalmente vittoria. Genoa battuto 1-0
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!