Home News Taccuino avversario – Modugno (MondoSportivo.it): “Fiorentina, obiettivo 3 punti. La serata dell’Arechi...

Taccuino avversario – Modugno (MondoSportivo.it): “Fiorentina, obiettivo 3 punti. La serata dell’Arechi contro il Grasshoppers? Non è stata dimenticata”

731
0
242429081 10226624801908011 8198525948024998213 n
242429081 10226624801908011 8198525948024998213 n
Tempo di lettura: 2 minuti

In vista di Fiorentina-Salernitana di questo pomeriggio, ci presenta l’ambiente viola il giornalista Elia Modugno della testata MondoSportivo.it

Ciao Elia. Allora, che Fiorentina vedremo contro la Salernitana?
Ciao. Secondo me vedremo una squadra carica, stimolata da una posizione di classifica importante. Il gruppo ha ritrovato fiducia e le ultime due vittorie hanno cancellato la sconfitta patita con l’Empoli. In settimana poi è arrivato il successo della Primavera nella Supercoppa Italiana: una spinta in più di positività all’ambiente. Un periodo favorevole che Italiano vorrà sfruttare per chiudere alla grande il 2021 e restare incollati al treno europeo in attesa di capire cosa accadrà durante il mercato di riparazione“.

Considerata la situazione di classifica, vi può essere il rischio che i viola sottovalutino l’impegno con la Salernitana?
La Fiorentina scenderà in campo con l’obiettivo di ottenere i tre punti. Il rischio principale in queste partite è di perdere concentrazione e innervosirsi se nella prima mezz’ora si fatica a trovare lo specchio della porta. La formazione gigliata deve stare attenta soprattutto a non ripetere il blackout visto al Castellani nel caso dovesse trovarsi avanti nel risultato; in diverse occasioni i viola si sono concessi qualche distrazione di troppo, che ha finito per complicare alcuni finali di gara“.

Dai social sembrerebbe che quanto accadde all’Arechi 22 anni fa in Fiorentina-Grasshoppers non sia stato ancora dimenticato. Ritieni che Fiorentina-Salernitana possa essere gara a rischio?
L’Arechi è stata una pagina durissima da digerire. Quanto accaduto quella sera ha generato nel popolo fiorentino una certa antipatia verso la compagine salernitana, perché i tifosi si sono sentiti vittime di un’ingiustizia sportiva. Questo sentimento lo si nota ancora in alcuni commenti online, però per fortuna la grande maggioranza si limita alle sole parole. Un certo livello di rischio c’è, ma non mi aspetto la stessa tensione che si vive in partite come Fiorentina-Juventus o Fiorentina-Roma“.

Come è vista la Salernitana a Firenze?
In questo periodo si parla principalmente di Salernitana per quanto sta accadendo fuori dal campo. Si punta il dito verso Lotito, personaggio non gradito dalle parti di Firenze, ma si critica soprattutto la gestione federale sull’intera vicenda“.

Come verrà accolto secondo te Franck Ribery?
Sono attesi applausi ed è giusto che sia così. Con i suoi piedi, il suo talento, la sua visione del gioco, Ribery ha lasciato un buon ricordo in maglia viola; un rapporto disturbato solo dagli infortuni. Sono convinto che sabato pomeriggio riceverà quel meritato tributo che lo scorso anno non ha potuto ricevere causa stadi chiusi per pandemia“.

Vicenda vendita della Salernitana, come credi andrà a finire secondo te?
Mah, mi aspetto di tutto, anche la decisione estrema dell’esclusione a campionato in corso. Rappresenterebbe un duro colpo per la Serie A, che già adesso sta navigando in cattive acque. Dispiace che siano sempre i tifosi, quelli veri, a pagare le principali conseguenze di gestioni scriteriate o scelte rivedibili. A Firenze sanno bene cosa si prova. Trovo assurdo inoltre che una città come Salerno in pochi mesi sia passata dalla festa promozione alla minaccia di un futuro cupo“.

In conclusione, un calciatore potenzialmente decisivo per parte.
Sabato punto tutto su Nico Gonzalez tra i viola. L’attaccante argentino contro il Bologna mi è piaciuto molto, sempre attivo nonostante l’aggressività della difesa felsinea. Un guerriero con dei piedi capaci di pennellare deliziosi assist. Nella Salernitana occhio invece a Ribery: in questi casi il classico gol dell’ex è sempre la prima cosa da temere“.


Articolo precedenteQuello che i trustee ancora non dicono: l’attesa di Salerno tra campo e futuro societario è agli sgoccioli
Articolo successivoSalernitana, accadde l’11 dicembre