Home News Il 2021 della Salernitana, 3/a puntata

Il 2021 della Salernitana, 3/a puntata

504
0
Tempo di lettura: 4 minuti

La 3/a puntata del racconto del 2021 della Salernitana. Oggi ci concentriamo sui mesi di luglio, agosto e settembre

LUGLIO – Il 7 luglio, accolto il parere positivo della Co.Vi.SO.C, il Consiglio Federale della FIGC accetta il nuovo trust della Salernitana, redatto dall’avv. Silvia Morescanti, compagna del ds granata Angelo Fabiani. La Salernitana è quindi iscritta alla Serie A 2021/2022. I due trustee sono Melior Trust e Widar Trust, rappresentati da Susanna Isgrò e Paolo Bertoli. Gravina è perentorio: la Salernitana ha tempo fino al 31 dicembre 2021 per cambiare proprietà, altrimenti va fuori dalla Serie A. Sono vietati tutti gli scambi di mercato tra Lazio e Salernitana fino a quando sarà attivo il trust. Il 20 luglio, la Salernitana parte per il ritiro di Cascia. Castori convoca 20 calciatori, ma di quelli che hanno vinto il campionato i “sopravvissuti” sono i soli Belec, Aya, Bogdan, Sy, Gyomber, Veseli, Boultam, Capezzi, Di Tacchio, Schiavone, Djuric e Kristoffersen. Ovvero, pochi titolari e pochissime riserve. L’elenco dei 20 è completato da calciatori in lista di sbarco e da giovani. Nonostante il trust, in conferenza stampa il 24 luglio, il ds Fabiani afferma che vi sia il budget per allestire una squadra in grado di garantire competitività per la salvezza. Mano a mano a Cascia arrivano calciatori. Dall’Atalanta, in prestito, arrivano i giovani esterni Zortea e Ruggeri. Dal fallimento del Chievo Fabiani pesca Joel Obi, centrocampista già dell’Inter. A rinforzare la difesa, ecco il norvegese Strandberg, fortemente voluto da Castori che l’ha avuto alle sue dipendenze a Trapani. Ed ecco il ritorno di Jaroszynski, in prestito dal Genoa. A fine mese, arriva l’esterno destro tunisino Kechrida e due centrocampista Coulibaly: Mamadou, di ritorno dall’Udinese, e Lassana, maliano svincolatosi dai francesi dell’Angers. Si giocano anche le prime amichevoli. Il 25 luglio, la Salernitana perde 1-0 con il Gubbio, formazione di Serie C.

AGOSTO – Urgono rinforzi e il 3 agosto approda alla Salernitana Federico Bonazzoli, attaccante in prestito dalla Sampdoria che ancora non ha trovato il guizzo nella sua carriera per esplodere definitivamente. Il 19, invece, il colpaccio di mercato ha il nome e cognome di Nwankwo Simy, attaccante nigeriano reduce dalla stagione di Serie A a Crotone con 20 gol all’attivo. Arriva anche l’ex Frosinone Kastanos per rinforzare il centrocampo. Ma è anche tempo di calcio giocato. L’8 agosto, amichevole di prestigio al “Villa Park” di Birmingham contro l’Aston Villa. La Salernitana esce sconfitta a testa alta, perdendo 3-1 dopo essere passata in vantaggio con Obi. Il 16 agosto è invece calcio ufficiale. All’Arechi, gli uomini di Castori ospitano la Reggina per la sfida valevole per il 2°turno di Coppa Italia 2021/2022. La Salernitana si impone 2-0 grazie alla doppietta di Bonazzoli. L’attesa è però tutta per il 22 agosto 2021. Esattamente dopo 22 anni, 1 mese e 29 giorni dopo da quel drammatico (per quello che accadde dopo) Piacenza-Salernitana, la Bersagliera torna in Serie A. E lo fa al “Dall’Ara” di Bologna contro i rossoblu di mister Sinisa Mihajlovic. Il primo tempo termina 0-0. Nella ripresa, i granata sbloccano il risultato con Bonazzoli su rigore. Pareggio felsineo con zuccata di De Silvestri su calcio d’angolo. La Salernitana reagisce e trova il nuovo vantaggio con Mamadou Coulibaly. L’esperienza del Bologna è decisiva e in due minuti i felsinei capovolgono le sorti del match, andando in gol prima con Arnautovic e poi ancora con De Silvestri su calcio d’angolo. Sette giorni dopo, il primo incontro casalingo della stagione. Ospite della Salernitana è la Roma di Mourinho. Come a Bologna, il primo tempo finisce 0-0 ma nella ripresa la qualità della Roma mette alle corde alla Salernitana e i giallorossi dilagano con la doppietta di Pellegrini e con i gol di Veretout e Abraham. Il 31 agosto termina il calciomercato. A Salerno, dopo le polemiche dello scorso anno in merito al suo “rifiuto”, approda in prestito dalla Fiorentina il difensore Luca Ranieri. Castori ottiene anche l’ingaggio di un altro suo fedelissimo, il difensore Riccardo Gagliolo, proveniente dal Parma. La rosa è completata con l’ingaggio in prestito dei giovani Delli Carri dalla Juventus e di Vergani dall’Inter.

SETTEMBRE – Con la sosta per gli impegni delle Nazionali, Salerno diventa improvvisamente capitale mediatica del calcio italiano. Questo perché la Salernitana riesce a ingaggiare Franck Ribéry. Il 38enne francese, che ha vinto tutto con il Bayern Monaco, accetta la sfida granata dopo l’esperienza alla Fiorentina. Il 6 settembre, Ribéry viene presentato in pompa magna all’Arechi assiepato da 13000 tifosi. Il campionato ritorna il 12 settembre ed è di nuovo una sconfitta pesante. La Salernitana cade a Torino 4-0 per effetto dei gol di Sanabria, Bremer, Pobega e Lukic. Il 17 settembre, la Salernitana riabbraccia in rosa Cedric Gondo. L’attaccante ex Fiorentina si svincola dalla Lazio prima di firmare con i granata. E Gondo viene subito lanciato nella mischia da Castori nella sfida all’Atalanta del 18 settembre. Contro una grande del campionato, i granata fanno bellissima figura ma hanno il torto di non sbloccare la gara (clamoroso il palo di Obi), venendo puniti dalla rete di Zapata su iniziativa di Ilicic. Nel turno infrasettimanale del 22 settembre, la Salernitana cancella lo 0 in classifica, pareggiando 2-2 col Verona. Gli scaligeri si erano portati sul 2-0 grazie alla doppietta di un redivivo Kalinic, ma Gondo e Mamadou Coulibaly rimediano ed evitano la quinta sconfitta consecutiva. Il 26 settembre, però, arriva l’ennesimo ko. La Salernitana, a Reggio Emilia contro il Sassuolo, sciupa il vantaggio con Simy e viene punita da Berardi. Il 30 settembre, i due trustee affermano di non aver ricevuto offerte congrue per l’acquisto della Salernitana e prolungano il termine al 15 novembre.

Articolo precedenteIl 2021 della Salernitana, 2/a puntata
Articolo successivoSalernitana, ancora un positivo all’interno del gruppo squadra